Sant'Agata Militello diventa New Orleans con “I siciliani che inventarono il jazz” | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Messina

al castello gallego

Sant’Agata Militello diventa New Orleans con “I siciliani che inventarono il jazz”

14 Luglio 2019

Domenica 21 luglio, alle 20:30, il Castello Gallego di Sant’Agata Militello, diventerà New Orleans di fine ottocento. Grazie all’iniziativa “I siciliani che inventarono il jazz”, promossa dall’Associazione Musicale “G. Verdi” presieduta dal prof. Guido Schillaci e coordinata da Maria Grazia Gagliano e dal Direttore Artistico M. Antonio Artino Innaria sarà possibile assistere ad uno spettacolo originale. A Marina Romeo, il compito di raccontare una storia sconosciuta e accattivante: la sinergia tra musicisti siciliani e neri che consentì la nascita del genere musicale più rivoluzionario del novecento. “Mizzica questo è jazz!”, narra la storia di un’amicizia tra Tony Inn, un ragazzo siciliano emigrato in America nel 1910 e quella di Jim nipote di schiavi, “scaricatore di porto per necessità e musicista per vocazione” e il racconto struggente di una schiava che si salva grazie alla passione per la musica.

Ad affiancare Marina Romeo autrice del testo e regista, Giovanni Cascio e Franca Casaraona. Le parole degli attori saranno supportate da un’esecuzione dal vivo del “Nebrass Quintet” con Antonio Artino Innaria, Andrea Marino, Salvatore Immorlica, Salvatore Marinaro e Vincenzo Perez.

A seguire il concerto “Sotto il segno del jazz” con il Duo Manuela Ciunno&Seby Burgio (voce e Pianoforte) e special guest sul palco, StjepkoGut, trombettista tra i più noti al mondo, che regalerà alla platea brani classici jazz rivisitati dal suo estro artistico d’avanguardia.

La manifestazione è realizzata in collaborazione con la Pro Loco Agatirno di Sant’Agata Militello ed il Crossroad club di Capo d’Orlando e con il patrocinio dell’ARS e Comune di S. Agata Militello.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.