Savarino replica a Barbagallo: "Bisogna lasciare fuori le Terme dalle speculazioni politiche” :ilSicilia.it
Agrigento

La risposta della deputata di DiventeràBellissima

Savarino replica a Barbagallo: “Bisogna lasciare fuori le Terme dalle speculazioni politiche”

di
18 Maggio 2021

Bisogna lasciare fuori le Terme dalle speculazioni politiche”, a dichiararlo è Giusi Savarino, parlamentare in Ars e Presidente della Commissione IV Ambiente, Territorio e Mobilità.

“Le Terme di Sciacca hanno una storia recente particolarmente tormentata – spiega l’On.le Savarino – il Presidente Musumeci e la sua giunta hanno avuto costante attenzione in questi tre anni, allo scopo di riparare ai danni provocati dal Governo Crocetta, culminati sei anni fa nella chiusura delle celebri stufe vaporose”.

Il deperimento del patrimonio immobiliare del sito termale saccense ha fatto andare deserti i bandi regionali per l’affidamento delle proprietà, anche quello predisposto da ultimo dall‘Assessorato all’Economia “oggi le terme di Sciacca sono divenute di interesse nazionale e il Governo Musumeci è pronto a finanziare anche gli interventi di recupero e ristrutturazione degli immobili in modo da rendere più attrattive le Terme, e rilanciarle dopo la pandemia come volano del turismo del benessere in Sicilia”.

Un investimento non indifferente e sintomatico della centralità che per il Governo Musumeci ha la riattivazione delle curative acque saccensi, conosciute sin dall’antichità e che a quei fasti devono essere riportate. Per questo appare solo strumentale polemica politica l’iniziativa intrapresa dal Pd locale. In tempi di covid sono gli sforzi comuni che aiutano a risolvere i problemi, non le marce solitarie”.

“Ma non è tutto” – prosegue Savarino–  al lavoro del governo Musumeci si aggiunge il lavoro già avviato nella Commissione che mi onoro di presiedere, dove vogliamo riformare la normativa di settore, una legge regionale vecchia più di sessant’anni che disciplina le risorse idrotermali in Sicilia”.

“L’impegno è quello di garantire una seria valorizzazione di tutti i siti termali siciliani, pubblici e privati, nell’ottica di un approccio strategico all’utilizzo di questo patrimonio idrico straordinario sia per fini sanitari che turistici”.

Rilanciare la centralità della Sicilia termale con i suoi otto siti principali (Montevago, Sciacca, Acireale, Alì terme, Terme Vigliatore, Termini Imerese, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo) e i bagni di Vulcano e Pantelleria, significa riconquistare un flusso turistico che attualmente si è riversato altrove e garantirsi un indotto economico irrinunciabile per la nostra Regione.”

LEGGI ANCHE

Terme di Sciacca, Barbagallo replica a Musumeci: “Ci attacca per celare immobilismo governo”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin