Saverio Romano contro il sindaco Orlando: "Finalmente il re è nudo" :ilSicilia.it
Palermo

parla l'ex ministro

Saverio Romano contro il sindaco Orlando: “Finalmente il re è nudo”

di
27 Luglio 2020

Il re è nudo. Finalmente“. Parole di fuoco sui social quelle da parte dell’ex ministro Saverio Romano nei confronti del sindaco Leoluca Orlando.

LE PAROLE DI SAVERIO ROMANO

Da diverso tempo denuncio lo stato di degrado amministrativo in cui versa la città di Palermo, abbandonata a se stessa, vittima della notorietà del suo sindaco. Una notorietà e un gradimento che ora vengono meno, se è vero come è vero che Leoluca Orlando, risulta il primo cittadino meno apprezzato dai propri cittadini“.

“Dallo scandalo dei servizi cimiteriali che perdura da anni, allo sfacelo del servizio rifiuti, senza considerare l’assenza di una #politica e di una programmazione della viabilità e del sistema dei trasporti, per finire con il decoro urbano che non ha nulla di decoroso e con le “periferie isolate dal resto della città. Il re è nudo: qualcuno lo copra. Palermo non merita questa agonia. Palermo merita un sindaco. Uno che lo sappia fare veramente“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin