15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.31

Il vicepremier scrive al presidente del consiglio

Sbarcano i minori dalla Open Arms, Salvini scrive a Conte: “Te ne assumi la responsabilità”

17 Agosto 2019

Open Arms: Matteo Salvini risponde alla lettera del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e ribadisce che la linea del Viminale non cambia, ma dà il via libera allo sbarco dei minori, dicendo in pratica a Conte che se vuol farli sbarcare la responsabilità se la assume lui in prima persona.

L’imbarcazione di una ONG spagnola ha preferito restare in mezzo al Mediterraneo per 16 giorni anziché dirigersi direttamente verso la Spagna.

“Una scelta politica a danno dell’Italia – fanno sapere fonti del Viminale – e sulla pelle degli immigrati, come già successo in passato. Eppure, il presidente del Consiglio ha scritto un’altra missiva a Salvini per chiedere di far scendere a terra i minori, che fino a certa identificazione sono da considerare presunti.

Conte e Salvini
PH: ANSA/Angelo Carconi

Salvini, in una lettera indirizzata oggi al premier scrive che a questo punto il via libera allo sbarco dei presunti minori che si trovano sulla nave è esclusiva responsabilità dello stesso Conte, che sollecitava un intervento quando la nave si trovava ancora in acque internazionali, mentre Madrid non muoveva un muscolo e a Roma si moltiplicavano le pressioni.

“Prendo atto che disponi che vengano sbarcati i (presunti) minori attualmente a bordo della Open Arms” e “darò pertanto, mio malgrado ha scritto Salvini a Conte -, per quanto di mia competenza e come ennesimo esempio di leale collaborazione, disposizioni affinché non vengano frapposti ostacoli all’esecuzione di tale Tua esclusiva determinazione, non senza ribadirti che continuerò a perseguire in tutte le competenti sedi giurisdizionali l’affermazione delle ragioni di diritto che ho avuto modo di esporti”.

Di fatto, Salvini ha detto a Conte che sarà lui ad assumersi questa responsabilità di far sbarcare i migranti che si trovano a bordo della nave battente bandiera spagnola, nonostante le normative internazionali prevedano procedure differenti: “I principi giuridici destinati a regolare i ruoli degli Stati nel governo del fenomeno delle migrazioni sono dagli altri Paesi invocati a parole e disapplicati nella pratica – ha scritto ancora Salvini nella lettera al premier Giuseppe Conte –, col risultato di far pesare solo sul contribuente italiano le conseguenze dell’attività di fiancheggiamento dell’immigrazione clandestina attuata da navi straniere”.

Intanto, è stato disposto dalle autorità lo sbarco dei 28 minori non accompagnati a bordo della Open Arms.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.