Sbarchi in Sicilia, arrestati due scafisti ad Agrigento :ilSicilia.it
Agrigento

il fatto

Sbarchi in Sicilia, arrestati due scafisti ad Agrigento

di
26 Maggio 2020

Due tunisini, di 23 e 21 anni, sono stati fermati dalla Squadra Mobile di Agrigento per favoreggiamento della immigrazione clandestina e tentata estorsione a un altro tunisino che non era riuscito a pagare per intero il costo della traversata in Sicilia.

I due fermati sono stati ritenuti responsabili dell’ingresso in Italia, dalla frontiera marittima di Lampedusa, di 51 immigrati a bordo di un barcone. Gli scafisti, che si trovavano al centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana (Ag), erano stati già segnalati per atteggiamenti violenti verso altri connazionali nel periodo in cui stavano trascorrendo la quarantena a bordo della motonave Moby Zazà.

Le indagini sono state coordinate dal procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio e dal sostituto Gloria Andreoli

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.