Sbarco a Lampedusa: arrestati sei migranti espulsi :ilSicilia.it
Agrigento

migranti

Sbarco a Lampedusa: arrestati sei migranti espulsi

di
4 Giugno 2020

Sei extracomunitari, sbarcati nei giorni scorsi a Lampedusa (AG), sono stati arrestati dagli agenti della Questura di Agrigento perché destinatari di altrettanti decreti di espulsione emessi dai Prefetti di diverse province italiane.

Inoltre, gli agenti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione ad un provvedimento di revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine emesso dalla Procura di Genova a carico di un cittadino tunisino di 44 anni per l’espiazione di una pena residua di 9 mesi e 29 giorni per avere commesso reati in materia di stupefacenti.

il governatore dell’Isola Nello Musumeci, in merito ai continui sbarchi di Lampedusa che si sono susseguiti in queste ultime settimane e all’hotspot strapieno, ha proposto di “tenere a disposizione ormeggiata in rada una nave per i migranti perché il centro è strapieno. Una nave che avesse tutti i servizi necessari per consentire gli immigrati di essere ospitati”.

Ha inoltre dichiarato che “al momento  i paesi membri dell’unione europea non ci sono vicini.  Questo è un tema che va affrontato dal governo nazionale“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.