Sburocratizzazione in Sicilia, nuovo ddl approvato dalla giunta Musumeci :ilSicilia.it

le parole dell'assessore Grasso

Sburocratizzazione in Sicilia, nuovo ddl approvato dalla giunta Musumeci

di
8 Giugno 2020

Giovedì scorso (4 giugno ndr) la giunta ha approvato un disegno di legge sulla sburocratizzazione “recependo lo stato di emergenza come struttura portante in merito al disegno di legge”.

Un disegno di legge che supera quello elaborato in questi mesi in prima commissione, che proprio martedì 9 giugno dovrebbe arrivare a Sala d’Ercole per essere discusso. Era stato infatti lo stesso presidente dell’Ars, Gianfranco Micciché, ad impegnarsi perché questo documento avesse un percorso preferenziale.

Si tratta di un disegno di legge ‘trasversale’ condiviso da molte forze politiche a Palazzo dei Normanni. Nato in un primo tempo come emendamento alla finanziaria 2020, per velocizzare l’approvazione di quest’ultima era stato stralciato e trasformato in un disegno di legge a sé stante. In un primo tempo gli uffici dell’Ars avevano mosso varie perplessità richiamando una recente sentenza della Consulta sulle competenze in materia di Stato e Regioni. Dopo una serie di aggiustamenti, il testo ha avutp l’ok degli uffici.

Per quanto riguarda la sburocratizzazione alcune norme non hanno bisogno di passare in Aula. Oggi stesso farò delle circolari per applicarne alcuna Come quella sugli appalti – afferma a IlSicilia.it l’assessore alle autonomie Locali Bernardette Grasso Il disegno di legge che abbiamo approvato in giunta è un disegno di legge di snellimento. Il testo che ho lasciato in prima commissione in effetti non so quanto sburocratizza. Noi abbiamo approvato un disegno di legge in giunta che supera quello della commissione. Supera alcuni limiti previsti dalle norme nazionali che richiamiamo alcuni principi sulla Protezione civile, modifiche che ci consentono di derogare ad alcune norme previste dalle quelle statali. Abbiamo reso un disegno di legge applicabile perché abbiamo recepito lo stato di emergenza, questa è la struttura portante. Io posso derogare a delle norme solo se agisco in emergenza. Il disegno di legge è oltre. Ci da la possibilità la di Lavorare nella straordinarietà”, continua l’assessore.

Insomma l’assessore non punta il dito contro il lavoro della prima commissione in quanto “nulla è mai perso“. Ma stando alle parole di Grasso, “la giunta ha formulato un testo che supera quello che si discuterà a Palazzo dei Normanni. Non vorrei che attraverso vari titoli di giornale recepiscono un messaggio diverso dalla realtà. Tante cose già attraverso delle mie circolari sono già in atto“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin