Scala dei Turchi, l'attacco di Legambiente: "Qualcuno faccia mea culpa" :ilSicilia.it
Agrigento

LE PAROLE DEL PRESIDENTE GIANFRANCO ZANNA

Scala dei Turchi, l’attacco di Legambiente: “Qualcuno faccia mea culpa”

28 Febbraio 2020

Il presidente di Legambiente Sicilia, Gianfranco Zanna, commenta le ultime vicende relative alla Scala dei Turchi.

LE PAROLE DI ZANNA

Esprimiamo grande soddisfazione per le conclusioni a cui e’ giunta la Procura di Agrigento su chi è realmente proprietario della Scala dei Turchi. Lo abbiamo detto e ripetuto più volte. La Scala dei Turchi è un bene comune, quindi demaniale“.

Speriamo – continua – che adesso tutti coloro che, soprattutto di recente, hanno esternato in modo gratuito, ignorando o facendo finta di non conoscere la realtà dei fatti e delle carte, abbiano il buon gusto di tacere e, magari, di fare il mea culpa, perché hanno offerto la sponda a delle richieste inammissibili, a cominciare dalla bufala dell’esproprio da parte della Regione.

Senza dimenticare chi, facendo finta di fare una battaglia per la tutela di questo meraviglioso sito, si era già adoperato, sottobanco, per organizzare un proprio, privato, business a scapito della collettività, vera e unica proprietaria di questo bene naturalistico e culturale“, chiosa duramente Zanna.

Tag:

La pittrice della Via Crucis | LE FOTO

Con questo bell'articolo sulla pittrice Maria Pia De Angelis si inaugura oggi "L'Occhiotriquetro - note e postille", la nuova rubrica di Piero Longo, poeta, critico teatrale, critico e storico dell'arte, nonché presidente de "Gli Amici del Teatro Biondo" e presidente onorario di "Italia Nostra Palermo"
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Ad Alimena la Misericordia cuce le mascherine per tutti

La Misericordia di Alimena, che da anni opera nel sociale ed è fautrice di tante belle iniziative, ha iniziato a produrre le mascherine. Saranno distribuite gratuitamente a chi ne farà richiesta e sono già state stilate diverse liste per andare incontro soprattutto alle esigenze di tanti anziani.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona