Scala dei Turchi, Regione Siciliana: "Pronti ad acquisirla" :ilSicilia.it
Agrigento

La risposta dell'assessore regionale Toto Cordaro

Scala dei Turchi, Regione Siciliana: “Pronti ad acquisirla”

di
28 Aprile 2021

Si tratta di una polemica strumentale e del tutto inconsistente. La Regione Siciliana, attraverso il Governo Musumeci, ha attivato per tempo tutti i canali necessari per arrivare nel più breve tempo possibile all’acquisizione e al successivo affidamento del bene”. L’assessore regionale al Territorio e ambiente Toto Cordaro si dice “amareggiato” all’indomani delle polemiche sulla Scala dei Turchi, il gioiello naturalistico in provincia di Agrigento, sollevate dall‘associazione ambientalistaMareamico” nel corso di un servizio andato in onda sul Tgr.

“Come sanno bene gli amici di Mareamico  – afferma l’assessore Cordaro – la Scala dei Turchi è attualmente sotto sequestro. La smettano quindi di fare i difensori dell’ambiente su temi inconsistenti. Nessuno ha tutelato l’ambiente come il nostro Governo in questi ultimi tre anni e mezzo. Questo bene, purtroppo, è soggetto al naturale sgretolamento a causa degli agenti atmosferici. Proprio per questo siamo intervenuti per tempo con due misure importanti, per un totale di quasi un milione di euro“.

Il primo intervento regionale, attraverso la struttura contro il dissesto idrogeologico e per un importo di più di 400 mila euro, si è concentrato sulla parte a monte. Il secondo, ad opera del dipartimento della Protezione civile, ha predisposto nella parte a valle l’inserimento di barriere, per impedire l’ingresso nella zona, e l’installazione di un sistema di monitoraggio e di allarme.

Siamo in contatto  – prosegue l’assessore Cordaro – col prefetto di Agrigento e con il procuratore della Repubblica e valuteremo quali siano gli eventuali ulteriori interventi che la Regione deve realizzare nelle porzioni di competenza del demanio marittimo al fine di ottenere il totale dissequestro dell’area.

Nel frattempo, seguendo le indicazioni del presidente Musumeci, abbiamo attivato tutti i canali per l’acquisizione e la concessione del bene. E la scorsa settimana, nel corso di un’apposita riunione convocata sull’argomento dal presidente della Commissione ambiente, ho incontrato il sindaco di Realmonte e abbiamo convenuto la possibilità di affidare la gestione al Comune agrigentino. Continueremo – conclude Cordaro-  a discuterne venerdì, nel corso della riunione prevista in assessorato”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin