14 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.16
Palermo

Il viadotto sulla Palermo-Agrigento

Scandalo viadotto Scorciavacche, verso il rinvio a giudizio. Tremano l’impresa e Anas

13 Febbraio 2018

Al vaglio del Gip la richiesta di rinvio a giudizio della procura di Termini Imerese per il crollo del viadotto Scorciavacche, sulla SS121 Palermo-Agrigento, avvenuto il 30 dicembre 2014, dopo solo una settimana dall’inaugurazione.

L’opera, costata 13 milioni di euro, è stata realizzata dall’Ati “Bolognetta scpa” (raggruppamento di imprese tra Cmc di Ravenna, Tecnis di Catania e Ccc di Bologna). Tra gli indagati, anche i vertici dell’Anas, quali l’ex presidente nazionale Pietro Ciucci.

Secondo la Procura, la decisione di anticipare di 3 mesi i tempi di apertura del viadotto sarebbe stata presa da Ciucci e dagli altri per “mero tornaconto personale”. Nella prima fase dell’indagine la Procura aveva emesso una trentina di avvisi di garanzia per attentato alla sicurezza dei trasporti. Il magistrato ha accertato che il certificato di stabilità dell’opera risulta firmato da tecnici e funzionari che quel giorno non erano neppure presenti sul posto. Da qui l’ipotesi di falso.

In alto il servizio del TGR Rai Sicilia in onda oggi.

 

Clicca QUI per l’approfondimento di REPORT del 2015.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.