16 ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.07
caronte manchette
caronte manchette

Sono tutti grillini. C'è poi Stefano Candiani commissario della Lega nell'Isola

Scelti i sottosegretari del governo Lega-M5s. Ecco chi sono i siciliani

13 giugno 2018

Si completa la squadra di Governo, sono stati nominati, infatti, i viceministri e i sottosegretari. Un elenco di nomi, che a questo giro non abbonda di rappresentanti siciliani, la regione da cui il più forte partito della coalizione giallo-verde, il M5s, ha ottenuto maggior numero di voti, durante le elezioni del 4 marzo.

In totale sono 5 i siciliani su 45 sottosegretari e sono tutti del Movimento 5 stelle: Vito Crimi, Vincenzo Maurizio Santangelo, Alessio Villarosa, Michele Geraci e Manlio Di Stefano.

Crimi e Santangelo sono stati chiamati alla presidenza del Consiglio, il primo, palermitano da diversi anni in Lombardia, è stato il capogruppo al Senato del Movimento 5 Stelle all’esordio della scorsa legislatura e avrà la delicata delega all’Editoria; il secondo, invece, senatore al secondo mandato, va ai Rapporti col Parlamento.

governo nazionale
Stefano Candiani

Fra i non siciliani, ma che in Sicilia hanno un ruolo importante c’è il senatore Stefano Candiani, lombardo, da qualche mese commissario della Lega nell’Isola: Candiani va agli Interni, una delega importante che lo manterrà a stretto contatto con il vicepremier Matteo Salvini.

Agli Esteri va, invece, Manlio Di Stefano (M5s) palermitano, deputato alla seconda legislatura, eletto in Lombardia, l’anno scorso scelto come responsabile del programma sulla politica estera del M5s.

C’è poi Alessio Villarosa (anche lui pentastellato), deputato di Barcellona Pozzo di Gotto, oggi chiamato alla Difesa, è stato capogruppo alla Camera nella scorsa legislatura e al suo esordio a Montecitorio è stato uno degli attivisti grillini che si sono scagliati contro il gruppo Bilderberg.

Infine, Geraci,  professore grillino all’università cinese di Zhejiang, si occuperà di Sviluppo economico.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Il Dirottamento dell’Autobus

Chi ricorda i tempi dei “Gufi” rammenterà il brano sul dirottamento del 18 e non DC8 come frequentemente accadeva di quei tempi. Analoga esperienza ho fatto io oggi ma non sul 18 ma sul 102 perché da noi gli autobus iniziano con il 100.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.