20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.44
Ragusa

L'ATLETA DI MODICA SUBITO FUORI

Scherma, mondiale: Giorgio Avola eliminato al secondo turno

20 Luglio 2019

Giorgio Avola e’ stato eliminato al secondo turno del fioretto maschile dal coreano Dongsu Kim, con il punteggio di 15-11. Brutte notizie quindi per i colori italiani dal mondiale di scherma, in corso di svolgimento a Budapest, visto e considerato che l’anno olimpico è alle porte.

A volte bisogna essere onesti con se stessi, oggi ho tirato male. L’avevo preparata, mi sentivo pronto, ma non siamo macchine e lo dimostrano le cadute di moltissime teste di serie al primo round“, l’analisi dell’atleta siciliano dopo la sconfitta. “Fa male, ho lavorato tanto per questo appuntamento, perdere non piace a nessuno, ma si riparte. Bisogna sempre fare esperienza dalle sconfitte“.

Adesso l’atleta di Modica è atteso dalla prova a squadre: “In questi tre anni abbiamo dimostrato la nostra voglia di vincere, siamo stanchi ma anche gli altri lo sono. Noi siamo una squadra che riesce ad esprimere più della somma dei valori singoli che sono già comunque alti”. 

Intanto lo schermidore siciliano Daniele Garozzo e’ stato eliminato agli ottavi di finale del tabellone di fioretto maschile ai mondiali di Budapest dal bresciano Andrea Cassarà, che approda così ai quarti dopo aver vinto 15-10 il derby italiano.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.