Schermaglie giudiziarie dopo la condanna del presidente del Parco delle Madonie Angelo Pizzuto :ilSicilia.it
Palermo

L'uomo ieri è stato condannato ma gli avvocati annunciano il ricorso in appello

Schermaglie giudiziarie dopo la condanna del presidente del Parco delle Madonie Angelo Pizzuto

di
3 Febbraio 2017

Il gup del Tribunale di Termini Imerese Michele Guarnotta ha condannato a un anno di reclusione e a dieci mesi di interdizione dai pubblici uffici per truffa Angelo Pizzuto, attuale presidente dell’ente Parco delle Madonie. La vicenda riguarda un viaggio in Canada, a Montreal, dal 17 al 20 settembre del 2011 di una delegazione per la sponsorizzazione di prodotti madoniti. Pizzutto, all’epoca capo di gabinetto vicario dell’assessore regionale al Territorio Gianmaria Sparma, aveva assicurato, con alcune mail inviate alla Camera di commercio italiana in Canada, che la missione sarebbe stata finanziata dall’assessorato senza però che fosse alcun impegno di spesa ufficiale da parte dell’amministrazione. Pizzuto ha sempre smentito tutto, anche al cospetto del pm Paci a cui ha confidato di essersi messo a disposizione dei canadesi.

La Camera di commercio canadese anticipò le somme, circa 47 mila euro, senza mai ricevere il corrispettivo dall’assessorato. L’ente quindi avanzò la richiesta di pagamento delle fatture alla Regione siciliana e il governatore presentò un esposto in Procura contro Pizzutto, che fu rimosso dall’ente parco dall’assessore Mariella Lo Bello ma poi reintegrato su disposizione del Cga. “Avevamo preso la giusta decisione, ma abbiamo dovuto aspettate anni – commenta il governatore Rosario Crocetta che aveva denunciato l’accaduto prima con una conferenza stampa e poi con un esposto alla magistratura – Ora finalmente possiamo chiudere questa triste pagina. Il mandato di Pizzuto scadeva a maggio, sarà subito sospeso dopo questa sentenza del Tribunale”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 16:47