Sciacca, dissesto idrogeologico: la regione pianifica quattro interventi :ilSicilia.it

A coordinare la riunione il governatore Nello Musumeci

Sciacca, dissesto idrogeologico: la regione pianifica quattro interventi

di
15 Novembre 2018

Due ore di incontro alla Regione Siciliana per discutere degli interventi contro il dissesto idrogeologico da realizzare a salvaguardia della popolazione e delle attività commerciali e agricole nel Comune di Sciacca.

A coordinare la riunione, il governatore Nello Musumeci. All’incontro nel Palazzo d’Orleans hanno partecipato anche anche il capo della Protezione civile regionale Calogero Foti, il dirigente generale del Dipartimento tecnico della Regione Salvatore Lizzio, il responsabile dell’Ufficio contro il dissesto idrogeologico Maurizio Croce e l’ingegnere capo del Genio civile di Agrigento Duilio Alongi. Per il Comune, oltre al primo cittadino Francesca Valenti, erano presenti alcuni assessori e il responsabile dell’Ufficio tecnico.

Il presidente della Regione proprio giovedì scorso si era recato a fare un sopralluogo a Sciacca, nelle zone maggiormente colpite dai nubifragi delle ultime settimane. Qui aveva percorso a piedi l’area nei pressi del Cansalamone, da anni ormai soggetto a ripetute esondazioni, in caso di condizioni meteorologiche particolarmente critiche, anche a seguito della costruzione di un tratto di strada con i piloni che poggiano sul letto del torrente. In particolare, le criticità maggiori nel centro agrigentino riguardano anche i torrenti Bagni, Bajata e Bellapietra.

Gli interventi consentiti in passato sull’alveo del Cansalamone e nell’area adiacente – afferma il governatore Musumeci – costituiscono un vero e proprio crimine. Quella parte del territorio non andava urbanizzata. E oggi quel quartiere rimane altamente vulnerabile, esposto a costante rischio per chi vi abita.  La Regione farà il possibile per ridurre, con alcune opere a monte, la quantità di acqua che scende su quella zona, ma il danno è quasi insanabile. Se potessi, manderei in galera chi quelle opere le ha progettate e realizzate“.

Nel corso della riunione, si è fatto il punto sullo stato dell’arte dei progetti che la Regione metterà in campo, nel breve e nel medio periodo. Quattro gli interventi che curerà il dipartimento regionale della Protezione civile, nella qualità di soggetto attuatore dell’Ordinanza 458/2017 del Consiglio dei ministri per fronteggiare l’emergenza meteorologica del 2016 nell’Agrigentino.

Quello più corposo, con 490 mila euro, riguarda il Cansalamone per la pulizia immediata dell’alveo – almeno fino alla strada statale 115 – e delle caditoie. A seguire, una volta completata la verifica idraulica, si procederà alla realizzazione di alcune opere che possano ridurre il rischio, agevolando lo smaltimento delle acque piovane, attraverso i canali esistenti, nella zona a monte della rotonda ‘Buenos Aires’ e sulla sponda sinistra sulla via Cansalamone.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin