Sciacca, "Letterando in Fest" ospita il giovane scrittore villalbese Jim Tatano :ilSicilia.it
Agrigento

Dal 30 maggio al 2 giugno

Sciacca, “Letterando in Fest” ospita il giovane scrittore villalbese Jim Tatano

di
31 Maggio 2019

A Sciacca, dal 30 maggio al 2 giugno, nella magica cornice del Complesso Monumentale della Badia Grande, si apre “Letterando in Fest 2019”. Il titolo scelto per questa X Edizione è: “Un giorno sarò un’idea“, che riprende il verso di uno dei più grandi poeti palestinesi, Mahmoud Darwish.

 Letterando in Fest

“Letterando in Fest” è un evento all’insegna della cultura, una finestra aperta su scrittori di fama internazionale, nazionale e con un occhio attento ai talenti siciliani. Tra questi, Jim Tatano, giovane scrittore villalbese, che sarà ospite dell’importante kermesse sabato 1 giungo per ben due incontri: il primo alle 18 per presentare il suo ultimo libro, il saggio “Segreti della musica” (Medinova) e il secondo alle 21 con la Serata coup de foudre, dedicata ai racconti a tiratura limitata della omonima collana della Aulino Editore con il quale Jim Tatano ha pubblicato “Il Cambio“, ormai andato esaurito e oggetto da collezione.

Con Sciacca ho un legame particolare – afferma Tatano – là ho ambientato un mio racconto, all’interno della Castello Incantato di Filippo Bentivegna è stato girato un mio monologo e ora mi accoglie ancora una volta per due incontri che si prospettano divertenti e stimolanti, sarà un orgoglio per me poter partecipare al Letterando”.

Sciacca, che è il palcoscenico di questo evento, è una piccola meraviglia siciliana, dominata dalla grande piazza delle Terme che si affaccia sull’Africa, a due passi dai templi di Selinunte, di Agrigento, del teatro di Eraclea Minoa, della magnifica Scala dei Turchi e scenografia naturale di film noti come “In nome della legge” e “Sedotta e abbandonata”. Fu Fellini, che ne era innamorato, a suggerirla al regista Pietro Germi per girarvi le sue pellicole, facendo sì che i suoi incantevoli scorci si imprimessero nella mente degli italiani. Città marinara, turistica e termale, è nota, tra le altre cose, per il suo storico carnevale e per la sua ceramica.

Chiudiamo con Marcel Proust e il suo: “Ogni lettore quando legge, legge se stesso“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin