Scontro Orlando-Salvini su Twitter. Il leader della Lega: "Lo querelo" :ilSicilia.it
Palermo

Sul tema migranti

Scontro Orlando-Salvini su Twitter. Il leader della Lega: “Lo querelo”

di
7 Luglio 2018

Ieri lo aveva accusato di una ossessione “patologica” per i migranti che agevola le mafie e per questo oggi il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha scritto su Twitter di avere voglia di querelare Leoluca Orlando.

Al tweet del leader della Lega, Orlando ha replicato poco fa sempre sul social network: “Attendo la querela – scrive il sindaco di Palermo. “Sarà un’occasione perché un giudice penale valuti la mia denuncia”.

“Con la recente circolare inviata a tutte le Prefetture – aveva scritto ieri Orlando – appare sempre più chiaro il disegno dell’attuale ministro dell’Interno, che non soltanto è sempre più ossessionato, a livelli ‘patologici’, dall’idea che l’Italia sia una realtà interculturale, ma sempre più chiaramente appare indirizzato a tollerare se non addirittura ad agevolare nei fatti le cosche, la criminalità e quanti, nella presenza di cittadini migranti non regolari, vedono un’opportunità di arricchimento illecito”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin