Scontro tra Foss e Amici della Musica: il Comune di Palermo garantisce le date all'Associazione :ilSicilia.it
Palermo

Orlando ci mette una pezza

Scontro tra Foss e Amici della Musica: il Comune di Palermo garantisce le date all’Associazione

di
26 Novembre 2019

Una riunione convocata dagli uffici del governatore Musumeci direttamente alla Foss per discutere le sorti degli Amici della Musica all’interno del teatro Politeama, a Palermo.

Stefano Santoro presidente del cda della Foss da tempo ha messo i bastoni tra le ruote all’associazione che ha come presidente l’avvocato Milena Mangalaviti. Una guerra tra note musicali che potrebbe far saltare le date dei concerti che da molto tempo gli “Amici della Musica” mettono in scena al teatro Politeama.

Il presidente Santoro ha contestato all’associazione le somme arretrate e mai corrisposte per gli spettacoli per 671mila euro, per cui ha dato mandato all’avvocato Alessandro Dagnino con una delibera presidenziale. “Se gli ‘Amici’ non firmano una nuova convenzione che sostituisca quella scaduta e si mettono in regola, per noi non hanno nessun titolo – diceva  Santoro giorni fa ai giornalisti – . È finita l’era degli sprechi e delle ingerenze della politica, la Fondazione sta pagando con rate molto onerose un debito di 7 milioni e mezzo. Resto basito per le uscite del Comune di Palermo”. 

L’ultima guerra interna è stata l’annullamento del 2 dicembre del concerto del quartetto di Mosca e del pianista Bruno Canino, in favore congresso nazionale della medicina delle malattie infettive voluto proprio dal presidente Santoro.

Ma Leoluca Orlando, oggi presente alla riunione, ha garantito i concerti all’associazione degli Amici della Musica. A quanto pare, l’avvocato Mangalaviti ha avuto la meglio in merito alla vicenda. Alla riunione, oltre a Musumeci, Orlando e i due protagonisti dell’impasse istituzionale, erano presenti l’assessore al Turismo, Manlio Messina il vice presidente del cda della Foss Marco Intravaia, il vicesindaco Fabio Giambrone e il Sovrintendente della Foss Antonino Marcellino.

A quanto pare, stando alla volontà del sindaco Orlando, le condizioni restano quelle sottoscritte dalla vecchia convenzione pattuita tra la struttura e gli Amici della Musica. Quindi le 40 date stabilite per l’associazione, all’interno del teatro Politeama andranno avanti regolarmente.

Adesso il cda della Foss aspetta la notifica della proposta da parte del Comune di Palermo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Balzebù
di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin