Scoperta a Catania: biopsia liquida, identifica i tumori tramite indagini del sangue :ilSicilia.it
Catania

Avanguardie

Scoperta a Catania: biopsia liquida, identifica i tumori tramite indagini del sangue

di
17 Ottobre 2020

Una recente ricerca condotta dall’Università di Catania e Parma, insieme all’istituto nazionale tumori “Regina Elena” di Roma ha portato alla scoperta di una nuova tecnica in campo medico, la quale permetterebbe tramite la biopsia liquida e utilizzando il sangue e la luce e con l’ausilio di opportune nanotecnologie di diagnosticare la presenza di un tumore, permettendo così di assegnare terapie mirate ai pazienti.

LA BIOPSIA LIQUIDA

La biopsia liquida risulta essere uno strumento d’indagine capace di apportare diversi vantaggi sia alla ricerca che al paziente. Evita principalmente procedure chirurgiche invasive come la prelevazione di frammenti di tessuto tumorale e inoltre tramite l’analisi del sangue e tutte le informazioni che esso porta con sé come le tracce molecolari del tumore, riesce a monitorare la malattia seguendo il paziente nel continuo adeguamento del dosaggio farmacologico.

Le tecnologie in campo fino ad oggi per l’analisi molecolare di biopsie liquide si basano sull’applicazione di protocolli di trattamento dei campioni che necessitano di alcuni millilitri di sangue del paziente e lunghi tempi. Il nuovo metodo, invece, è in grado di identificare Dna associato alle cellule del tumore utilizzando un volume di plasma ottenuto da 0,004 millilitri di sangue del soggetto analizzato, l’equivalente di una goccia di sangue.

LA RICERCA

“Direct plasmonic detection of circulating Ras mutated DNA in colorectal cancer patients”, è questo il titolo della ricerca pubblicata dalla rivista Biosensor and Bioelectronics della Elsevier, la rivista scientifica internazionale più autorevole nel settore della chimica analitica e delle biotecnologie.

L’articolo nasce dalla stretta collaborazione tra i gruppi di ricerca coordinati da Giuseppe Spoto del Dipartimento di Chimica dell’università di Catania, da Patrizio Giacomini dell’unità di Oncogenomica ed Epigenetica dell’istituto Tumori di Roma ed il gruppo di Roberto Corradini del Dipartimento di Scienze Chimiche dell’università di Parma.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.