Scoperta a Palermo una casa a luci rosse gestita da cinesi | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

in via perpignano

Scoperta a Palermo una casa a luci rosse gestita da cinesi

di
27 Novembre 2019

La polizia di Stato ha chiuso una casa d’appuntamenti scoperta in via Perpignano, a Palermo.

A fare scattare le indagini dei poliziotti del commissariato Zisa-Borgonuovo, diverse segnalazioni dei vicini che lamentavano l’inusuale via vai di uomini che da qualche settimana frequentavano quella casa. Gli agenti hanno identificato un cliente che ha confermato di avere consumato un rapporto sessuale a pagamento.

Nell’appartamento c’erano due donne cinesi, una in abiti succinti, l’altra intenta a conteggiare gli incassi: trovati 700 euro. La donna alla cassa ha cercato di ingoiare alcuni fogli dove erano stati segnati gli appuntamenti.

Sono stati trovati anche diversi smartphone che saranno esaminati. Sia la tenutaria che i tre proprietari palermitani dell’appartamento sono stati denunciati per sfruttamento della prostituzione, mentre nei confronti di entrambe le cinesi, poiché irregolari sul territorio nazionale, è stato adottato un provvedimento di espulsione dall’Italia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin