Scoperto a Palermo un intero condominio con la luce "a scrocco": 3 arresti e 39 denunce :ilSicilia.it
Palermo

in via Brigata Aosta, nel cosiddetto "palazzo di ferro"

Scoperto a Palermo un intero condominio con la luce “a scrocco”: 3 arresti e 39 denunce

di
21 Giugno 2019

Quasi un intero condominio collegato “a scrocco” alla rete elettrica: ben 42 dei 72 appartamenti erano allacciati abusivamente per ottenere la luce gratis.

È stato scoperto a Palermo, in via Brigata Aosta (nei pressi di piazza Giachery), nel cosiddetto “palazzo di ferro”. 

I carabinieri della Compagnia San Lorenzo, supportati da alcune squadre di verificatori della società E-Distribuzione, hanno accertato gli allacci abusivi: 3 gli arresti e 39 le denunce a conclusione dei controlli effettuati.

Ai domiciliari per furto aggravato sono finiti Roberto Antonino Chiarelli, 51 anni; Simone Sanfilippo, 45 anni; Salvatore Arcuni, 29 anni. Con la stessa accusa, 39 i condomini denunciati.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.