"Screditata in Tv l'immagine di Vittoria": la replica del presidente dei Questori all'Ars :ilSicilia.it
Ragusa

la replica di giorgio assenza

“Screditata in Tv l’immagine di Vittoria”: la replica del presidente dei Questori all’Ars

di
9 Marzo 2019

“Su sollecitazione di amici, ho appena visto in streaming un’intervista televisiva al Commissario prefettizio sulla situazione attuale a Vittoria e le parole del dottor Filippo Dispenza, pronunciate nel corso della trasmissione Rai “Uno Mattina”, mi suscitano un paio di considerazioni“,  inizia così una nota inviata ai media dal presidente del Collegio dei questori all’Ars, Giorgio Assenza.

“Da cittadino della provincia – prosegue il comunicato –  da avvocato che ha cominciato a esercitare proprio a Vittoria e da deputato del territorio, debbo dire che avallare acriticamente l’abboccamento capzioso del conduttore ‘ (…) l’assegnazione dei box veniva fatta secondo le famiglie, secondo la spartizione mafiosa del territorio’ è stata cosa quanto meno avventata. Del pari, parlare di economia legale da contrapporre a quella criminale che dominerebbe la città è assolutamente ingeneroso e fuorviante”.

“La stragrande maggioranza degli operatori economici di Vittoria, anche all’interno del mercato – ricorda Assenza – è composta da soggetti di assoluta correttezza e inarrivabile laboriosità. Ed è una maggioranza che è stata spesso vittima e non carnefice fino a pagare con la propria vita, mai complice del malaffare, del fare malavitoso. E, ancora, le tentate estorsioni, le truffe anche per importi rilevanti, gli atti intimidatori subiti non possono essere di certo dimenticati”.

“Agli onesti lavoratori e lavoratrici e imprenditori, che sono stati indiscriminatamente accomunati in giudizio sommario alla mafiosità, va la mia piena solidarietà, certo come sono che sapranno risollevarsi e riprendere al più presto il cammino di crescita civile, economica e sociale”.

“Quanto accaduto in questi mesi – conclude – conferma i timori da me espressi pubblicamente all’indomani della decisione di scioglimento del Consiglio comunale, per le inevitabili ripercussioni negative che si sarebbero avute sull’immagine e sulla economia della città e per il discredito di cui l’intera comunità che, ripeto, è in gran parte sana e laboriosa, sarebbe stata vittima. Vittoria e i suoi cittadini non meritano tutto ciò”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin