Scuola e università: due ministri al posto di Fioramonti, uno è siciliano :ilSicilia.it

Fra i prescelti la siracusana Azzolina

Scuola e università: due ministri al posto di Fioramonti, uno è siciliano

di
28 Dicembre 2019

Cambio all’interno della rosa dei ministri del premier Giuseppe Conte.

Dopo le dimissioni di Lorenzo Fioramonti, il leader del governo giallorosso ha optato per una doppia sostituzione.

Lucia Azzolina sarà la nuova “ministra” (così ha sentenziato Conte) della scuola, mentre Gaetano Manfredi, presidente della Conferenza dei rettori, andrà all’Università e alla Ricerca.

Ringrazio il ministro Fioramonti: abbiamo la necessità, l’ho già detto, di rilanciare il comparto della università – dichiara Giuseppe Conte -. Non è vero che non abbiamo compiuto passi avanti, penso alla Agenzia nazionale delle Ricerche. Ora fare qualche sforzo in più, penso a aumentare i fondi sul diritto alla studio. Sono convinto che la cosa migliore per potenziare il settore sia separare la scuola dall’Università. Penso – conclude – a una nuovo ministero dell’università e la ricerca“.

La Azzolina è stata eletta in quota Movimento 5 Stelle nella sezione di Siracusa. Il neoministro, già sottosegretario, ha però una macchia all’interno del suo curriculum. Nell’ambito di un concorso sostenuto quest’estate per il ruolo di dirigente scolastico, la deputata grillina ha ottenuto zero punti su sei nella sezione dedicata all’informatica e solo cinque su dodici in inglese.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro