Scuola: ex cococo siciliani chiedono contratto full time, il 20 sit-in a Roma :ilSicilia.it

La Flc Cgil Sicilia organizza un pullman

Scuola: ex cococo siciliani chiedono contratto full time, il 20 sit-in a Roma

di
15 Dicembre 2018

Gli spiragli sono pochi, ma gli 800 lavoratori ex cococo della scuola non mollano e il prossimo 20 dicembre si ritroveranno in sit-in a Roma, davanti la sede del Miur, per chiedere un contratto a tempo pieno. Di questi circa 500 sono siciliani e ieri molti di loro si sono riuniti in assemblea a Siracusa sotto le insegne della Flc Cgil Sicilia per fare il punto della situazione. In massa parteciperanno alla manifestazione romana. La Flc Cgil Sicilia sta organizzando un pullman di 100 posti.

Già nelle settimane scorse l’organizzazione sindacale aveva proclamato lo stato di agitazione. Adesso l’intensità della protesta aumenta.

“Il governo nazionale riconosca la dignità lavorativa degli ex cococo della scuola”, dichiarano Graziamaria Pistorino e Paolo Italia, rispettivamente segretari della Flc Cgil Sicilia e di Siracusa. “Ci sono ancora i margini per stanziare le risorse necessarie per aumentare le ore del loro contratto di lavoro. Non si può vivere con mezzo stipendio”.

“Questo personale – aggiungono – per più di 20 anni ha lavorato con contratti a tempo determinato svolgendo importanti mansioni. Oggi dopo aver conquistato la stabilizzazione si trova a dover fare i conti con la riduzione dell’orario settimanale a 18 ore e con la relativa riduzione dello stipendio a poco più di 600 euro“.

“E’ evidente – concludono Pistorino e Italia – che con una cifra così bassa, più bassa del futuro reddito di cittadinanza, i lavoratori non riescono neanche a far fronte alle spese di prima necessità. Lo Stato, quindi, è chiamato a porre rimedio a questa situazione. Ci auguriamo pertanto che governo e Parlamento facciano il loro dovere a tutela dei diritti di queste persone e del buon funzionamento della scuola”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

La stramberia dello stop alla Ztl notturna a Palermo

E’ possibile che questo sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non riesca a mettere un freno alle stramberie del suo assessore alla Mobilità, Giusto Catania? Evidentemente, non ha una grande considerazione per i palermitani, proponendo l’abolizione della Ztl nella fascia oraria notturna
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.