22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.30

Oggi percepiscono 600 euro al mese

Scuola, i sindacati: “Trasformare contratti full time per gli ex Co.Co.Co.”

9 Novembre 2018

“Chiediamo la trasformazione dei contratti da part time a full time di tutti gli 800 lavoratori ex Co.Co.Co. della scuola, che svolgono funzioni Ata e non solo di una parte di essi come vorrebbe fare il governo nazionale”. Lo dice Graziamaria Pistorino, segretaria regionale della Flc Cgil Sicilia, che lunedì 12 novembre insieme ad Anna Maria Santoro, segretaria nazionale Flc Cgil, incontrerà i lavoratori siciliani in assemblea a Catania, presso il Gelso Bianco Hotel.

Graziamaria Pistorino
Graziamaria Pistorino

“La loro stabilizzazione – spiega – avvenuta grazie alla legge di bilancio del 2017, ha consentito loro di ottenere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, dopo più di 20 anni di precariato, ma ha ridotto drasticamente le ore di lavoro. Di conseguenza questo ha comportato un calo dello stipendio a circa 600 euro al mese. Un reddito al di sotto della soglia di sopravvivenza, che peraltro non possono integrare con altre forme di lavoro dipendente o libero professionale in ragione del loro status di dipendenti pubblici”.

“Ecco perché – conclude – bisogna correre al più presto ai ripari in vista della prossima legge di bilancio. Apprezziamo la disponibilità al confronto già dimostrata per le vie informali dal Miur, che si è detto favorevole per 600 lavoratori su 800, ma bisogna dare una risposta a tutti. Non possiamo accettare che 200 siano costretti dallo Stato a vivere in questa situazione di difficoltà economica”.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

L’Urbanista e il Ghostwriter

Sono cinquant’anni che percorro le stesse strade nella stessa città e quello che da sempre mi salta in mente è la piena considerazione che non sono i fabbricati a cambiare, ma è la gente e soprattutto il loro modo di vivere.
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.