Scuola Lacaniana: a Palermo il convegno nazionale sul tema della "vergogna" | Video interviste :ilSicilia.it
Palermo

il 18 e 19 maggio

Scuola Lacaniana: a Palermo il convegno nazionale sul tema della “vergogna” | Video interviste

di
18 Maggio 2019

Guarda le video interviste in alto 

È iniziato a Palermo il XVII Convegno Nazionale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi che, all’interno dei Cantieri Culturali della Zisa, al Cinema De Seta, ha convogliato nel capoluogo siciliano i membri della Scuola Lacaniana provenienti da tutta Italia, oltre a psicoanalisti di diversi Paesi europei e i presidenti delle Scuole Europee riunite nell’Eurofederazione di Psicoanalisi.

L’apertura del convegno ha visto l’ufficializzazione della nomina di Loretta Biondi, neo presidente nazionale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi del Campo freudiano in Italia.

È un onore e un debito alla causa analitica – ci ha detto la neo Presidente – tenere alto il posto della causa analitica per ciascuno essere vivente in un tempo ostile. Vorrò tenere la bussola rivolta a quei colleghi che stanno tenendo aperto la psicanalisi in posti di trincea“.

Non storcete il naso, siete stati serviti, potete ben dire che non c’è più vergogna”: da questo enunciato, proprio di Jacques Lacan, è stato definito il tema del convegno ovvero “La vergogna nella clinica e nel legame sociale“, scelto per la contemporaneità del “mancato senso di vergogna” che caratterizza l’oggi, l’epoca “della spudoratezza“.

convegno Psicanalisi Lacan

Possiamo definire la nostra – sottolinea Paola Bolgiani, presidente uscente – come l’epoca della spudoratezza, in cui non c’è più vergogna, in cui l’Altro in grado di far vergognare è evaporato; questa epoca può essere accostata a una sorta di ‘melanconia generalizzata’: la servitù volontaria all’esibizione senza veli dei propri godimenti, alla trasparenza in nome della sicurezza individuale e collettiva, al primum vivere che indica il rigetto dell’inconscio, all’umano ridotto all’elemento contabile testimoniano una sorta di compimento della posizione di identificazione allo scarto, su cui Lacan metteva in guardia gli studenti negli anni ’70”.

Il programma della prima giornata ha visto il dibattito su “La vergogna da Freud a Lacan“, con Luisella Brusa, Riccardo Carrabino, Massimo Termini, presieduto da Raffaele Calabria; ha chiuso la mattina, invece, l’architetto Fabio Ciaravella, coordinatore del progetto “Architettura della vergogna“.

Igor Scalisi Palminteri
Igor Scalisi Palminteri

All’esterno del Cinema De Seta l’artista Igor Scalisi Palminteri, durante il convegno, ha realizzato un’opera estemporanea seguendo il tema del convegno sull’incontro tra vergogna e società.

Domenica 19 maggio sempre all’interno della sala del Cinema De Seta, a partire dalle 8,45, di parla del tema “Clinica della vergogna nella società nella trasparenza“, al quale prendono parte Eva Bocchiola, Pasquale Indulgenza, Laura Rizzo; coordinerà Nicola Purgato.

Quindi il dibattito con la filosofa Liliana Nobile, Fabio Galimberti e Monica Vacca, e l’incontro sul tema “La vergogna e gli altri affetti“, con Davide Pegoraro, Annalisa Piergallini, Nadia Razzanelli e Giovanna Di Giovanni.

Le conclusioni del convegno nazionale, infine, sono affidate al neo presidente Loretta Biondi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.