Scuola: quattro istituti siciliani sperimenteranno il diploma in quattro anni, Lagalla soddisfatto :ilSicilia.it

"Percorso formativo snello ed efficace"

Scuola: quattro istituti siciliani sperimenteranno il diploma in quattro anni, Lagalla soddisfatto

di
30 Dicembre 2017

L’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla ha espresso soddisfazione per l’accesso di quattro scuole secondarie di secondo grado della Sicilia al progetto di sperimentazione del Miur, per il conseguimento del diploma in quattro anni. “Mi auguro che lo stesso possa ulteriormente estendersi nel prossimo futuro ad altri istituti – dichiara Lagalla – con l’obiettivo di garantire un percorso formativo snello ed efficace, tale da consentire ai giovani un più tempestivo approdo all’istruzione universitaria e al mondo del lavoro. Da parte dell’assessorato e del governo regionale non mancherà, per quanto di competenza, il più ampio sostegno alle ulteriori iniziative che, nel merito, potranno essere proposte ed adottate dal sistema scolastico regionale e dai suoi organi di gestione”.
Intanto rivolgo agli studenti e ai docenti del liceo Gonzaga di Palermo, del liceo scientifico Ruiz di Augusta, del liceo classico Ruggero Settimo e del liceo scientifico Sebastiano Mottura di Caltanissetta, sinceri complimenti e l’augurio di buon lavoro. Mi auguro – ha concluso – che lo stesso possa ulteriormente estendersi nel prossimo futuro ad altri istituti con l’obiettivo di garantire un percorso formativo snello ed efficace, tale da consentire ai giovani un più tempestivo approdo all’istruzione universitaria e al mondo del lavoro”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.