Scuola: schiaffi al prof. perché rimprovera il figlio, denunciato :ilSicilia.it
Siracusa

A NOTO

Scuola: schiaffi al prof. perché rimprovera il figlio, denunciato

7 Novembre 2019

Avrebbe aggredito con uno schiaffo un professore “colpevole” di aver rimproverato il figlio.

Gli agenti del commissariato di Noto, in provincia di Siracusa, hanno denunciato un 35enne per lesioni personali dolose aggravate dai futili motivi e dall’averle commesse contro un pubblico ufficiale.

Secondo gli investigatori l’uomo, il 5 novembre scorso, si è recato a scuola per contestare la nota disciplinare subita dal figlio e ha colpito il professore con uno schiaffo. Alla polizia la vittima avrebbe spiegato di aver rimproverato il suo studente per il linguaggio volgare usato in classe.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.