Sea Watch, il procuratore fa sbarcare i migranti, Salvini: "Ha commesso reato" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Agrigento

La nave è stata posta sotto sequestro

Sea Watch, il procuratore fa sbarcare i migranti, Salvini: “Ha commesso reato”

20 Maggio 2019

“Il procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio che ha disposto di far scendere i migranti della Sea Watch 3 ed il loro trasferimento al porto di Licata, è quello che ha indagato me per sequestro di persona. Io non cambio idea. Se questo procuratore vuol fare il ministro degli Interni, si candida alle prossime elezioni e provi a diventare ministro”.

Lo ha detto il vicepremier e ministro degli Interni Matteo Salvini ospite del programma ‘Non è l’arena” su ‘La 7’, commentando l’avvenuto sbarco dei migranti dalla nave Sea Watch 3, posta sotto sequestro poche ore prima.

“Prendo atto di quanto ha deciso il procuratore della Repubblica di Agrigento, approfondiremo la possibilità di reato di favoreggiamento dell’immigrazione di chiunque favorisca l’operazione di sbarco” degli immigrati dalla Sea Watch 3″. 

“Io sono il ministro delle regole e dei porti chiusi. Se qualche ministro dei 5 stelle ha autorizzato lo sbarco ne risponderà davanti agli italiani. Siamo un Paese sovrano con leggi, regole, una storia e nessuna associazione privata se ne può disinteressare. Qualcuno quell’ordine lo avrà dato. Questo qualcuno ne deve rispondere”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 17:03