Sea Watch, interrogatorio concluso per la Rackete: si attende la decisione del gip :ilSicilia.it
Agrigento

l'udienza è durata tre ore

Sea Watch, interrogatorio concluso per la Rackete: si attende la decisione del gip

di
1 Luglio 2019

E’ finita dopo circa 3 ore l’udienza di convalida, davanti al gip Alessandra Vella, dell’arresto del comandante della Sea Watch3, Carola Rackete.
L’ordinanza sarà emessa domani 2 luglio.

RacketeLa trentunenne tedesca resta, intanto, agli arresti domiciliari in un’abitazione privata di Agrigento. Il 29 giugno aveva attraccato a Lampedusa, dopo aver forzato il blocco della guardia di finanza, al comando di una nave con 42 migranti a bordo.

Credevo che la motovedetta si spostasse, non volevo colpirli”, ha detto durante l’interrogatorio al giudice per le indagini preliminari.

Di parere opposto il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio che, a udienza terminata, ha affermato che “Non è stata un’azione necessitata. Non c’era uno stato di necessità poiché la Sea Watch attraccata alla fonda aveva ricevuto, nei giorni precedenti, assistenza medica ed era in continuo contatto con le autorità militari per ogni tipo di assistenza, per cui, per il divieto imposto dalla Guardia di finanza di attraccare, non si versava in stato di necessità”.

“Dalla giustizia mi aspetto pene severe per chi ha attentato alla vita di militari italiani e ha ignorato ripetutamente le nostre leggi. Dagli altri Paesi europei, Germania e Francia in primis, mi aspetto silenzio e rispetto. In ogni caso, siamo comunque pronti ad espellere la ricca fuorilegge tedesca”. Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini, pochi minuti dopo la fine dell’interrogatorio della Rackete.

Il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, l’ha convocata per il 9 luglio, per rendere interrogatorio in qualità di indagata per l’ipotesi di reato di favoreggiamento dell‘immigrazione clandestina. Si tratta del primo fascicolo aperto nel quale viene contestata anche la “disobbedienza a nave da guerra”, che scaturisce dall’avere violato il divieto di ingresso in acque italiane trasportando i migranti.

 

LEGGI ANCHE:

Sea watch: la Rackete davanti al gip, chiesto il divieto di dimora ad Agrigento

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.