Sebastiano Tusa, il ricordo del figlio :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

il post pubblicato su Facebook

Sebastiano Tusa, il ricordo del figlio

di
11 Marzo 2019

“Sei andato via all’improvviso senza una ragione, senza un perché”, scrive su Facebook il figlio di Sebastiano Tusa, Andrea.

“Sì, in modo ingiusto e incomprensibile. Capita che le persone migliori di questo mondo vadano via prima del dovuto, ma non immaginavo potesse capitare a me, a noi. Non riesco ancora a realizzare ciò che è successo, anche per questo credo di essere riuscito a mantenere la lucidità e la calma per affrontare questa improvvisa e breve intervista”.

“Il dolore sarà enorme e infinito. Spero di farcela, spero di riuscire a elaborare il dolore che mi hai lasciato. Non so però se qualcun altro riuscirà a continuare il cammino che hai intrapreso. Mi sento solo, anche se non lo sono fisicamente. Mi sento solo perché mio padre era la persona che contava di più nella mia vita”.

“Era il perno fondamentale e al tempo stesso il motore di tutto e di tutti. Spero con tutto il cuore che riusciremo a farcela anche senza di te. Ti ho sempre amato e ti amerò sempre. Come e più di me stesso”.

 

LEGGI IL POST SU FACEBOOK IN BASSO:

 

 

LEGGI ANCHE:

Ci mancherà Sebastiano Tusa, studioso amante del mare e della Sicilia | VIDEO

Tragico incidente: aereo diretto in Kenya si schianta, morto l’assessore Tusa

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin