Segesta, Naxos e Palermo: tre momenti dedicati ad Aurelio Pes, tra teatro, musica e dibattiti :ilSicilia.it

Samonà: "Un doveroso omaggio all’uomo e al fine intellettuale"

Segesta, Naxos e Palermo: tre momenti dedicati ad Aurelio Pes, tra teatro, musica e dibattiti

di
30 Luglio 2021

L’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, insieme ai Parchi Archeologici di Segesta e di Naxos-Taormina, rende omaggio ad Aurelio Pes, scrittore, drammaturgo e critico musicale, scomparso nel dicembre dello scorso anno. Lo farà con tre appuntamenti fortemente voluti dall’assessore Alberto Samonà, che racconteranno l’uomo, lo studioso e l’intellettuale, da sempre attento al tema del Mito nelle sue molteplici forme espressive.

Si comincia il 23 agosto a Segesta, dove nell’ambito del cartellone delle Dionisiache, a cura di Nicasio Anzelmo, andrà in scena una mise en espace dei “Sette contro Tebe” di Eschilo, nell’elaborazione, adattamento e interventi di Aurelio Pes.

Il 19 settembre nel Parco Archeologico di Naxos, è in programma “Un Viaggiatore al limite della Bellezza. Ricordando Aurelio Pes”, tavola rotonda coordinata da Fulvia Toscano, a cui saranno presenti, fra gli altri, l’assessore Samonà, Gabriella Tigano, direttore del Parco Archeologico di Naxos-Taormina, Katia Pes, Fabio Granata, Valeria li Vigni, Andrea Pruiti Ciarello, Carla Tatò.

Infine, il 22 settembre, a Palermo, al Museo d’arte contemporanea Riso, il musicista Gianni Gebbia presenta “Attis”, un audiodramma nato da un’idea che lo stesso Gebbia aveva condiviso nel 2020 proprio con Aurelio Pes e poi rimasto incompiuto. Un progetto che adesso vede la luce, come omaggio al drammaturgo scomparso. Si tratta di un testo teatrale per nove voci, musicato con vari strumenti e con l’intervento delle voci in scena.

Un doveroso omaggio attraverso tre momenti d’eccezione in altrettanti luoghi della Sicilia – sottolinea l’assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà – per ricordare Aurelio Pes, che tanto ha dato al dibattito culturale grazie ai suoi studi sulla Grecia classica, sulla letteratura del Novecento, sull’arte, sul teatro, sulla musica e sul Mito. Da direttore del Dipartimento regionale dei Beni Culturali, inoltre, fu l’ideatore del primo convegno sul ‘piano colore’ e sulla sua importanza per il tema del paesaggio: un fine intellettuale, il cui nome è legato indissolubilmente alla Sicilia“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.