Sequestro gruppo editoriale Ciancio: “Sistema cooperative Agci pronto ad intervenire” :ilSicilia.it
Catania

solidarietà a tutela delle testate giornalistiche

Sequestro gruppo editoriale Ciancio: “Sistema cooperative Agci pronto ad intervenire”

27 Settembre 2018

L’AGCI (Associazione generale delle cooperative italiane) ha seguito con grande attenzione i recenti sviluppi connessi alla lunga vicenda giudiziaria dell’imprenditore catanese Mario Ciancio Sanfilippo, che hanno portato alla confisca dei suoi ingenti beni patrimoniali.

“Ha suscitato infatti grande preoccupazione che le misure di prevenzione disposte dal Tribunale di Catania abbiano coinvolto anche le aziende editrici del quotidiano La Sicilia e delle emittenti Antenna Sicilia e Telecolor, la cui esistenza è patrimonio della comunità, garanzia di pluralismo dell’informazione e della libertà di stampa”, scrive in una nota Michele Cappadona, presidente AGCI Sicilia.

Michele Cappadona, presidente AGCI Sicilia
Michele Cappadona

“Anche giornali e televisioni costituiscono attività d’impresa, la cui sopravvivenza e autonomia dipende da una sana gestione aziendale e da ineluttabili leggi di mercato. È logico considerare che se un amministratore giudiziario non può in generale surrogare in tutti i suoi aspetti la figura dell’imprenditore, a maggior ragione non può rappresentare una situazione gestionale ideale in un settore delicato e difficile come quello dell’editoria, attraversato purtroppo da una persistente crisi ultradecennale.

Pochi anni fa, in occasione della chiusura dei servizi giornalistici di Antenna Sicilia, l’Agci, interpellata in vista di possibili soluzioni, manifestò la sua piena disponibilità a supportare l’idea di costituire una cooperativa che rilevasse l’attività giornalistica, percorso che non poté allora concretizzarsi per il mancato accordo con la proprietà.

L’iniziativa di proporre all’amministratore giudiziario di affidare la gestione delle varie testate ed emittenti ad una o più cooperative di giornalisti e tecnici, creando imprese sane e produttive in grado di dare garanzia occupazionale e autonomia d’informazione, troverebbe ancora la piena disponibilità e sostegno dell’intero sistema, regionale e nazionale, dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane. L’indiscusso riconoscimento del ruolo e del valore sociale dei mezzi d’informazione del gruppo editoriale, delle professionalità dei giornalisti, della dignità dei lavoratori, merità la solidarietà che continuano a manifestare istituzioni, parti sociali e cittadini, accanto all’affetto dei lettori e alla vicinanza del mondo della cooperazione”.

LEGGI ANCHE:

Catania, le accuse dei pm: “Ciancio socialmente pericoloso. Gravi indizi sui rapporti con la mafia”

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.