23 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.55

Scontro tra coalizione di governo e opposizione

Sessione di bilancio regionale, tutto rinviato. Si attende il collegato e le opposizioni insorgono

11 Gennaio 2019

La finanziaria regionale doveva arrivare oggi all’Ars, ma la seduta odierna non potrà che risolversi in un nulla di fatto. L’ultima riunione della commissione Bilancio, infatti, non ha dato i frutti sperati a causa del mancato accordo sul collegato, che non è pronto.

Chi non sembra particolarmente preoccupato dall’intoppo è Riccardo Savona, presidente della Seconda commissione: “Alla luce delle carte che sono arrivate – afferma – noi siamo già pronti sia per varare il bilancio che il Patto di Stabilità. Ci serve il collegato, lo dovremmo avere nella giornata di domenica“.

Si attende, infatti, che l’Assessorato all’Economia mettano mano alla redazione del testo: “Noi abbiamo inviato le carte di pertinenza al collegato, le stanno studiando l’assessore Armao e il ragioniere generale Bologna“. Da via Notarbartolo, dunque si attende il responso sul collegato. L’ipotesi è che si arrivi ad avere un testo definito entro la giornata di domenica, a quel punto potrà andare al vaglio della commissione.

Attacchi, intanto, dalle opposizioni, dopo il rinvio dell’ultima seduta della seconda commissione: “Musumeci  abbia il buonsenso di intervenire per il bene della Sicilia, – dicono i deputati del Pd in commissione Bilancio –  impedisca il ‘saccheggio’ delle casse regionali e chieda il ritiro di tutti gli emendamenti presentati dalla sua  irresponsabile maggioranza che ha sabotato la manovra facendo precipitare la Regione nel caos”.

Critiche anche dai Cinquestelle: “Ancora una volta gli interessi della Sicilia e dei siciliani vengono messi in secondo piano rispetto a quelli della maggioranza – affermano i pentastellati in seconda commissione – Gli azionisti del governo Musumeci, evidentemente, per dare l’ok alla Finanziaria vogliono capire cosa potranno ottenere in sede di collegato, che è il terreno in cui ciascuno cercherà di piantare la propria bandierina”.

Tag: