Sette escursionisti salvati nel palermitano :ilSicilia.it
Palermo

Intervento del Soccorso Alpino

Sette escursionisti salvati nel palermitano

di
2 Giugno 2020

Sette escursionisti smarriti, soccorsi nel palermitano Allarme lanciato dopo che una donna aveva avuto un malore Intervento congiunto del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano, stazione Palermo-Madonie, e dei Vigili del Fuoco del Soccorso Alpino Fluviale per una comitiva di sette escursionisti che si era smarrita a pizzo Manolfo, la montagna sopra il quartiere palermitano di Tommaso Natale. Una componente della comitiva, una donna di 45 anni, R.D.C, aveva accusato un malore ed era stato l’allarme. Sul posto sono arrivati in pochi minuti una squadra del Sass e una dei Saf che hanno raggiunto gli escursionisti dando loro assistenza per raggiungere la strada dove ad attenderli c’era un’ambulanza del 118. Il 23 maggio scorso i tecnici del Sass erano intervenuti nella stessa zona per dare assistenza a due escursioniste palermitane che, imboccato un sentiero dal versante di Sferracavallo,una vaolta in cima avevano smarrito la strada finendo sopra le pareti a strapiombo. Prese dal panico avevano lanciato l’allarme pur non essendo ferite. Una squadra di 5 unita’ le aveva raggiunte, rifocillate e accompagnate in sicurezza sulla strada dove avevano lasciato l’automobile.

© Riproduzione Riservata
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.