19 luglio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 15.09
Palermo

per due giorni il tema è stato quello della mobilità

Settima edizione di No Smog Mobility tra futuro, informazione e sicurezza

6 ottobre 2017

Sicurezza, tecnologie, guida autonoma, motori ad alimentazione alternativa a quelli tradizionali. E ancora, infrastrutture, test drive, informazione e mobilità, individuale e collettiva. Sono alcuni dei temi trattati durante la settima edizione di No Smog Mobility, l’unica manifestazione del genere che si svolge nel meridione d’Italia, appena conclusa a Palermo. Per due giorni il capoluogo siciliano è stato la sede e il punto di partenza di una lunga riflessione su idee e soluzioni eco sostenibili per la mobilità.

Perché se è vero che il Sud Italia ha il parco auto più obsoleto d’Europa, è anche vero che gli addetti ai lavori e gli studiosi lavorano sempre più per rendere le nostre città e i sistemi di trasporto, pubblico e privato, sempre meno inquinanti e sempre più attenti al rispetto dell’ambiente. Diversi i contributi emersi durante la giornata di giovedì 5 ottobre al Museo dei Motori del Sistema Museale di Ateneo (Edificio 8 “Macchine” – Dip. DIID di viale delle Scienze), dove tre diversi incontri hanno acceso i riflettori sul tema della sicurezza, della guida autonoma e della condivisione dei veicoli.

Sebbene oggi, grazie alla costante attività divulgativa, sia aumentata la consapevolezza che sono quei pochi centimetri di battistrada a garantire il corretto contatto dell’auto sulla strada – ha affermato Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma – si può e si deve ancora migliorare“. Perché la sicurezza passa anche da un controllo accurato delle ruote e da una corretta e attenta informazione, specie tra i più giovani. Proprio per questo motivo, i due organizzatori dell’iniziativa, i giornalisti Gaspare Borsellino e Dario Pennica (rispettivamente direttori dell’agenzia di stampa Italpress e della rivista Sicilia Motori) hanno deciso di aprire la manifestazione ai ragazzi delle scuole e dell’Università per renderli protagonisti e consapevoli del futuro e dei rischi che corrono. Durante i tre forum tematici infatti, è più volte emerso che il 90% degli incidenti avviene per cause legate alla distrazione umana.

Un bilancio più che positivo per la settima edizione – hanno commentato gli organizzatori – con uno sguardo già all’edizione 2018 dove, in sinergia con la scuola politecnica di Palermo estenderemo la manifestazione anche all’area metropolitana“. “Mostriamo idee e soluzioni per la mobilità sostenibile” non è solo il pay off della manifestazione ma anche l’esplicitazione dei contenuti che grazie agli interventi dei relatori hanno suscitato interesse nella platea e riscosso alcuni momenti di dibattito. Durante la due giorni sono anche stati consegnati i GreenPrix 2017, i premi per le migliori idee e soluzioni eco sostenibili nel mondo delle auto.

Oggi Palermo – ha detto il sindaco Leoluca Orlando intervenendo ai lavori – è una città all’avanguardia grazie al tram, al car e bike sharing e a tutte le zone a traffico limitato. Dieci anni fa tutto ciò sembrava impossibile, ma abbiamo la possibilità di pensare all’ambiente e a tutte quelle proposte che possono rendere più vivibile la nostra città“. Il sindaco ha poi consegnato la tessera del car sharing numero cinquemila a un utente per festeggiare il risultato. Spazio dedicato anche alle soluzioni di lavoro alternativo che alleggeriscono il traffico cittadino. Come lo Smart Working di UniCredit .

Un progetto interfunzionale, che coinvolge persone, spazi e tecnologia e rappresenta un modo rivoluzionario di gestire e vivere gli ambienti e i tempi di lavoro – ha sottolineato Sandro Leone, Responsabile Area Retail Palermo Centro di UniCredit -.”A Palermo inoltre, UniCredit ha installato, dopo avere ottenuto l’autorizzazione del Comune, 8 rastrelliere in Piazzale Ungheria per il posteggio di biciclette per un totale di 40 posti“. “Connessi con il futuro” è quindi un promemoria per tutti i partecipanti alla manifestazione e per gli organizzatori che hanno già fissato, per il 10 e l’11 ottobre 2018, l’ottava edizione della rassegna.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Strade e Scarpe

Ora potremo essere capitale di qualunque cosa, potremo candidarci ad accogliere tutto il mondo, ma fin quando le strade saranno piene di buche, la città sarà pur sempre una città da terzo mondo.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.