Seus, la rabbia di Razza: "Dire che la Regione vuole licenziare è un atto criminale" | VIDEO :ilSicilia.it

Le dichiarazioni dell'assessore

Seus, la rabbia di Razza: “Dire che la Regione vuole licenziare è un atto criminale” | VIDEO

di
16 Giugno 2020

E’ un Ruggero Razza rabbioso quello che interviene su facebook per rispondere alle voci che sono circolate sul futuro dei lavoratori della Seus: “Ho letto che il governo vuole licenziare i lavoratori della Sus: falso; ho letto che il governo vuole svendere ad altre regioni la Seus: falso – afferma l’assessore, che poi spiega quello che sta succedendo con il disegno di legge in discussione alla commissione Sanità dell’Ars – L’attuale gestione dell’emergenza prevede tre livelli che riguardano lo stesso tipo di attività, diversamente da quanto succede nel resto d’Italia“. A questi si aggiungono, inoltre, gli organismi deputati alla gestione delle riserve del sangue e il centro trapianti. “C’è bisogno di ordine – riassume Razza – e il nostro disegno di legge si occupa di capire come dare un’organizzazione al sistema dell’emergenza“.

Razza spiega come il ddl regionale prevede un trasferimento delle quote della Regione ad Areu, Agenzia regionale dell’emergenza e dell’urgenza della Lombardia, con Seus che viene inglobata, ma che, specifica l’assessore, non va in liquidazione, non si scioglie “e, soprattutto, garantisce il mantenimento dei livelli occupazionali”. Ed è a questo punto il componente della giunta regionale si rivolge direttamente ai lavoratori: “Qualcuno ha raccontato una meschinità, che vogliamo mettere a rischio il vostro lavoro – dice Razza – ma come si può essere così bugiardi?

Poi la stoccata sulle notizie pubblicate in questi giorni: “Mi rivolgo a qualche sindacalista sciatto o delinquente, ma come ti permetti che il governo della regione vuole togliere il lavoro.Ci vuole rispetto della verità. Dire che la proposta del governo serve a licenziare 3000 persone è un atto criminale . Lo dico ai lavoratori – conclude Razza –, non vi fate prendere in giro“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin