Sfilano con le maschere dei "sindaci dell'accoglienza": protesta di CasaPound a Siracusa :ilSicilia.it
Siracusa

la manifestazione dei militanti

Sfilano con le maschere dei “sindaci dell’accoglienza”: protesta di CasaPound a Siracusa

di
3 Febbraio 2019

La sera del 2 febbraio i militanti di CasaPound hanno percorso il centro di Siracusa con indosso le maschere di Orlando, Italia, Tranchida e Bonfanti distribuendo volantini in cui si invitavano i cittadini ad accogliere gli immigrati nelle proprie abitazioni “come indubbiamente faranno i sindaci di Palermo, Siracusa, Trapani e Noto che hanno lanciato lo slogan ‘aprite i porti’ “.

Abbiamo pensato di dare una mano ai sindaci più ‘accoglienti’ d’Italia – dichiara CasaPound in una nota – che finora sono apparsi come paladini di umanità e misericordia sulla carta, senza ospitare allo stato attuale alcun ‘migrante’ in casa propria”.

casapoundAnche se fanno di tutto per nasconderlo – continuano da CasaPound –  sappiamo bene che l’attenzione ai bilanci comunali e la cura dei cittadini siciliani in difficoltà economica sono tra le priorità di questi sindaci e che quindi non vorrebbero mai sottrarre a questi le già scarse risorse di cui dispongono”.

” È per questo motivo che li aiutiamo a rendere concreto lo spirito d’altruismo così elevato che li ha fatti balzare alle cronache nazionali non certo per brama di passerelle politiche”.

Abbiamo dunque distribuito centinaia di inviti ad accogliere a proprie spese e nelle proprie abitazioni tutti gli immigrati che le Ong trasportano a proprio piacimento dalle coste libiche a quelle italiane. Così come faranno loro – conclude la nota – per dare il buon esempio”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.