Sgarbi difende Battiato: "Murgia vai a studiare prima di dire cose senza senso" | VIDEO :ilSicilia.it
Banner Ortopedia Ferranti

"Battiato ci ha dato poesia e vita con le sue canzoni"

Sgarbi difende Battiato: “Murgia vai a studiare prima di dire cose senza senso” | VIDEO

di
8 Aprile 2020

Guarda il video in alto

Da qualche giorno un video postato dalla scrittrice Michela Murgia sul suo canale YouTube (ne abbiamo parlato qui), in cui, dal suo personalissimo punto di vista, critica la qualità artistica dei brani di Franco Battiato, ha fatto insorgere, è il caso di dire, oltre ai fan del cantautore siciliano, tanti personaggi pubblici.

Tra questi Vittorio Sgarbi che, in questo video che vi proponiamo, chiede le scuse della “signorina Murgia” a Battiato ma, cosa ben più significativa, cerca di spiegarle il peso artistico della produzione dell’artista catanese.

Murgia vs Battiato

Sgarbi parte della lettura, per poi lasciare spazio all’ascolto, del brano “L’Oceano di silenzio” composto da Fleur Jaeggy  e lo stesso Battiato.

Senza molti giri di parole, il critico d’arte avrebbe potuto scegliere un qualsiasi brano composto nella più che trentennale carriera del musicista e cantautore che, ricordiamo, è anche regista, autore di Opere liriche, libri e, non ultimo, pittore.

Discipline e campi artistici in cui Battiato ha lasciato, sempre, una traccia significativa non solo di capacità creativa ma di concreta testimonianza di approfondimento culturale, diversificato e plurimo.

Concordiamo con Sgarbi: la produzione di Battiato può non piacere o non essere in linea con le inclinazioni e i gusti di tutti, e su questo non ci sarebbe nessun problema; ma affermare che i “suoi testi  sono delle minchiate assolute… Citazioni su citazioni e nessun significato reale. Tolti due testi, forse!testimonia l’incapacità, come sottolinea lo stesso Sgarbi, della Murgia di poter comprendere opere di così elevato livello artistico.

La signora Murgia parla di quello che non sa… Ed è per questo che dovrebbe porgere le sue scuse al poeta Battiato“.

Franco Battiato
Franco Battiato

Uomo sensibile, straordinario, che ci ha dato felicità, che ci ha dato poesia, un cantautore intellettuale – continua Sgarbi – che ha avuto i rapporti più stretti con l’ultimo filosofo italiano che è stato Manlio Sgalambro. Oggi Battiato va rispettato, non perché è ammalato ma per quello che ci ha dato con le sue canzoni“.

L’intensività è quello che la Murgia non capisce“.

Le canzoni di Franco Battiato, già, sono pregne di intensività e profondità relative al percorso della vita che ciascun essere umano si trova a compiere in questa esistenza.

Ogni canzone (citiamo solo “Lode all’inviolato” come esempio esplicativo) è la sintesi, in poesia e in forma più o meno immediatamente comprensibile, di quanto tramandato dai grandi saggi della Terra in epoche diverse.

Ed è per questo motivo, riteniamo, che non tutti possono comprendere fino in fondo la sua produzione, perché ognuno fa un percorso personale e, come dice lo stesso Battiato, “il vaso piccolo non può contenere il vaso grande“.

Ma anche nell’eventuale incomprensione dei suoi testi, Battiato ci regala un’opportunità unica per intraprendere una via di evoluzione spirituale, seppur in maniera inconsapevole.

Perché magari non ce ne rendiamo conto ma nel cantare le sue canzoni inglobiamo nella nostra mente, ripetuti come mantra, i messaggi dei Grandi Maestri in forma, letteraria e musicale, più accessibile anche ai giovani.

Quindi, così come fa Sgarbi nel suo video, anche noi ringraziamo Franco Battiato per tutto il sapere che negli anni ha condiviso, e continua a condividere, con noi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti