Sgarbi incerto su cosa farà da grande: "Mi piace stare in Sicilia, ma non so se resto assessore" :ilSicilia.it

Politica, cultura o turismo?

Sgarbi incerto su cosa farà da grande: “Mi piace stare in Sicilia, ma non so se resto assessore”

di
29 Dicembre 2017

“Mi ritengo soddisfatto del primo mese da assessore ai Beni culturali, mi aspettavo di trovare una situazione tragica ma, almeno per il momento, non è così”.

A parlare in questo modo è Vittorio Sgarbi, assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana conversando a Palazzo dei Normanni, a Palermo, con i giornalisti che gli hanno ricordato che Franco Battiato quando si è insediato in giunta con Rosario Crocetta disse di non avere trovato neppure un euro.

“Appena arrivato ho trovato un bando da 4 milioni di euro per interventi nei siti culturali”, aggiunge Sgarbi, spiegando di avere in cantiere molti progetti.

“Mi piace stare in Sicilia – sottolineama non so ancora cosa farò in futuro, devo decidere come affrontare la campagna elettorale per le Politiche. Non so se continuerò a fare l’assessore o se tornerò a Roma”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.