20 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.47
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Palermo

l'appoggio del capogruppo di Sinistra Comune

Sgombero a Ballarò, Catania: “Castiglia denunciato? Eccesso di zelo”

4 dicembre 2018

“Esprimo solidarietà al presidente della Prima Circoscrizione Massimo Castiglia, a nome del gruppo consiliare di Sinistra Comune“: inizia così il comunicato del  capogruppo al Comune di Palermo, Giusto Catania,  all’indomani della notizia della denuncia ai danni di Castiglia per aver interferito con gli agenti della polizia municipale, impegnati nello sgombero della piazza di Ballarò durante un incontro all’ex cinema Edison.

“È evidente – aggiunge – che siamo davanti ad un eccesso di zelo da parte di un agente della Polizia municipale di Palermo che, paradossalmente, avanza una denuncia nei confronti di un rappresentante istituzionale del Comune, reo di aver costruito un percorso di fiducia e di collaborazione tra le istituzioni e i cittadini”.

“Conosciamo il rigore morale e la passione politica del presidente Castiglia e siamo certi che qualsiasi ipotesi di reato sia destituita di fondamento”

“L’azione virtuosa svolta, in questi anni, dalla Circoscrizione non può essere derubricata dentro una questione giudiziaria: verrebbero meno i presupposti per attuare un percorso di cooperazione tra i residenti di Ballarò, gli operatori del mercato storico e l’amministrazione comunale per giungere, nel più breve tempo possibile, al riconoscimento e formalizzazione del mercato dell’usato all’Albergheria.”

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.