Sgominata a Palermo una cosca legata alla mafia nigeriana :ilSicilia.it
Palermo

La base operativa era all'interno di Ballarò

Sgominata a Palermo una cosca legata alla mafia nigeriana

di
11 Luglio 2019

La Polizia di Stato ha sgominato una cosca criminale nigeriana, ramificata a livello nazionale ma con la sua base operativa nel quartiere di Ballarò a Palermo. Eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, a carico di cittadini extracomunitari nigeriani, emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia.

Le indagini, condotte dai poliziotti della Squadra Mobile di Palermo che hanno portato all’operazione denominata “Disconnection zone“, hanno fornito una radiografia della mafia nigeriana.

Un’organizzazione radicata e infiltrata nel tessuto economico e criminale di Palermo. La cosca criminale, denominata “Viking”, ben strutturata su tutto il territorio nazionale, aveva come sua base operativa Ballarò; una cosca caratterizzata da una struttura gerarchicamente organizzata, con una forte capacita’ intimidatoria.

Nei confronti dei fermati l’accusa è di associazione a delinquere di stampo mafioso, con la commissione di delitti contro la persona, soprattutto in occasione di scontri con i gruppi rivali per il controllo del territorio e la supremazia all’interno della comunità nigeriana. Le indagini hanno accertato la presenza di numerose case di prostituzione nel centro storico di Palermo oltre ad avere registrato diversi episodi di spaccio di stupefacenti.

Salvini: “Nessuna tolleranza”

Grazie alla Polizia di Stato e agli inquirenti! Nessuna tolleranza per i clan, da Nord a Sud. E carcere ed espulsioni per chi porta la guerra in casa nostra“, afferma il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.