Sgominata la mafia della movida a Messina, ecco i nomi degli arrestati :ilSicilia.it
Messina

NELL'AMBITO DELL'OPERAZIONE "FLOWER"

Sgominata la mafia della movida a Messina, ecco i nomi degli arrestati

5 Novembre 2019

L’operazione Flower, che ha visto sgominata l’organizzazione che imponeva i buttafuori ai locali della movida di Messina, inizia a mostrare i suoi primi frutti.

Le persone arrestate con l’accusa, a vario titolo, di rapina, lesioni, ed estorsione sono Giovanni Lo Duca, 49 anni, Giovanni De Luca, 30 anni, Kevin Schepis, 20 anni, Giuseppe Esposito, 27, Giovanni Gangemi, 45, Domenico, Mazzitello,27, Eliseo Fiumara, Andrea Fusco, 21, Placido Arena, 30, Antonino Rizzo, 37.

I primi sette vanno in carcere, gli altri tre ai domiciliari. Secondo quanto è emerso dalle indagini De Luca e Lo Duca erano i mandanti di pestaggi in alcuni locali poi commmessi da Schepis e altri per far assumere Gangemi e Mazzitello come addetti alla sicurezza.

Inoltre i titolari dei locali dovevano pagare per garantire la loro sicurezza e quella all’interno dei locali. Schepis, Esposito, Fiumara e De Luca devono rispondere anche in concorso di rapina e sequestro di persona perché i primi tre hanno messo a segno una rapina in un supermercato del quartiere cittadino Maregrosso, mentre De Luca ha fornito supporto logistico. Armati e con il volto coperto hanno preso una guardia giurata in ostaggio, e hanno rubato 14 mila euro. Schepis ed Esposito avrebbero messo a segno un’altra rapina in una sala scommesse fuggendo con 3000 euro.

LEGGI ANCHE

Imponevano i buttafuori ai locali della movida, blitz antimafia a Messina

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.