Si è conclusa la XX edizione del Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono :ilSicilia.it

grande partecipazione

Si è conclusa la XX edizione del Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono

23 Agosto 2019

Si è conclusa, con grande partecipazione di pubblico, la manifestazione relativa alla XX edizione del Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono, ideato e curato da Vincenzo Cucco.

Durante la manifestazione, appena conclusasi nella splendida cornice del Chiostro di San Francesco, l’attenzione degli spettatori coinvolti emotivamente dalla gioia dei fotoamatori premiati è stata convogliata sulle immagini che venivano proiettate su un grande schermo.

Grande soddisfazione per l’organizzazione della manifestazione e per il risultato conseguito, resa evidente dalla partecipazione di un pubblico numeroso ed intelligente che ha saputo rilasciare apprezzamenti di stima.

I fotografi partecipanti sono riusciti brillantemente ad esprimere, attraverso l’immagine, il concetto della “Street Art” inteso come valore umano, culturale e sociale, con la sensibilità di chi è dietro l’occhio fotografico a indagare le diverse tipologie di arte per farne emergere l’essenza di valore aggiunto alla realtà di ogni giorno.

In sostanza la strada come palcoscenico per poter esprimere “arte”, dalla pittura a qualsiasi forma di spettacolo a disposizione di tutti fuori da qualsiasi schema.

Il risultato, quindi, estremamente positivo, per l’efficacia con cui le immagini riferentesi al tema “Street Art” sono riuscite a ben evidenziare il concetto di arte nelle più variegate forme.

Il concorso, stabilmente inserito fra le manifestazioni estive di grande rilievo grazie all’impegno di Vincenzo Cucco, responsabile del “Settore Fotografia”, continua a crescere trovando linfa vitale fra i giovani a cui è riservata una marcia in più con l’attribuzione di un premio speciale a loro riservato come “Premio giovani” attribuito alla fotografia più significativa sia dal punto di vista artistico che emotivo, scelta fra quelle presentate, indipendente­mente dalla sezione o tema.

La manifestazione, grazie ai sempre più ampi riconoscimenti, è sostenuta dalla Presidenza, Assemblea e dall’ Assessorato al Turismo della Regione Siciliana, Università degli Studi di Palermo, dall’Accademia di Belle Arti di Palermo, dal Comune e Museo Civico di Castelbuono, Banca Mediolanum, Associazione D.L.F. Palermo, Cangemi Ottica, CTA Fauni Comunità Terapeutica Assistita, Ceramiche De Simone, Espero/rivista, Printandgo e dall’imprenditoria privata castelbuonese rappresentata da Abbazia Santa Anastasia, Agriturismo Bergi, Masseria Rocca di Gonato, Paradiso delle Madonie Hotel, Tumminello biscotti, Fiasconaro, Giardino di Venere / ristorante, Robert Goodman/photographer, Punto Verde piante e fiori, a cui va un sentito plauso di ringraziamento.

La commissione giudicatrice composta dallo stesso Vincenzo Cucco, nella qualità di presidente, da Tommaso Romano – scrittore/critico d’arte, Nuccio Vara – giornalista, Enzo Brai – maestro di fotografia, Giuseppe Leone – maestro di fotografia, Anna Fici – professoressa di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi Università di Palermo/fotografa, Igor Petyx – fotoreporter, ha avuto il gravoso compito di scegliere le opere da premiare secondo criteri tecnici ed artistici e di selezionare circa 160 fotografie, su circa 700 pervenute, per l’allestimento della mostra fra le quali quelle da premiare.

La mostra è stata allestita da Massimiliano La Grua e Vincenzo Cucco nello spazio Centro Sud, ex Chiesa del SS. Crocifisso, inaugurata il 13 agosto u.s è rimasta aperta al pubblico fino al 21 agosto u.s.

Questi i vincitori: tema libero/colore: 1° class.“The sun” di Mauro Vincenzi (Bastiglia/Modena), 2° class. “Inside their home” di Sandro Rizzato (Nodica/Pisa), 3° class. “Terre del Sud (Sud Africa)” di Enrico Doria (Pavia). Per il tema libero/bianco-nero: 1° class. “Geometrie” di Daniele Franceschini (Gavorrano/GR), 2° class. “Ai margini” di Marcello Gambini (Nodica/Pisa), 3° class. “Belfast protection” di Barbara Pilotti (Magreta di Formigene/Modena).

Per il tema obbligato “Street Art”/colore: 1° class. “Light painting” di Michele Di Donato (Castelbuono/Palermo), 2° class. “Vicenza signs” di Giuseppe Grassi (Monticello Conte Otto/Vicenza), 3° class. “Love is love” di Pinuccia Botta (Castelbuono/Palermo).

Per il tema obbligato “Street Art”/bianco-nero: 1° class. “Santa Rosalia” di Paola Mendola (Palermo), 2° class. “Pittore di strada” di Andrea Avellone (Bagheria/Palermo), 3° class. “Il Santo” di Giuseppe Cacocciola (Agrigento). Per il tema “Castelbuono oggi” sezione unica: 1° class. “Rivivere nella musica” di Giovanni Nicolosi (Monreale/Palermo), 2° class. “Incedibile” di Robert Goodman (Castelbuono/Palermo), 3° class. “Il cielo sopra Piazza Castello” di Daniele Li Volsi (Palermo).

Menzioni di merito sono state attribuite ai fotoamatori: Luigi Maggiore (Palermo), Livia Mancinelli (Roma), Giuseppe Mazzola (Palermo). La giuria ha, inoltre, segnalato: Antonella D’Aria (Napoli), Federico Guarraia (Castelbuono/Palermo), Dimitri Maria Gugliotta (Termini Imerese/Palermo).

Il Premio giovani “Enzo La Grua” è stato attribuito all’opera, indipendentemente dalla categoria e sezione, più significativa presentata dai giovani partecipanti, dal titolo “Volando nel blu” di Sophia Bellina di Campofelice di Roccella/Palermo. Tale premio consistente in un bassorilievo in bronzo realizzato dall’artista Gianluca Bonomo, offerto dalla redazione di “Espero/rivista” è accompagnato da un premio in denaro, offerto dall’Associazione Culturale Enzo La Grua.

Il riconoscimento al più giovane partecipante è andato a Enrico Veniero, di anni otto di Palermo, con l’opera “Due finestre e un gatto a Miami”, premiato con un trofeo offerto dalla Banca Mediolanum.

Il Premio del pubblico è andato a Donatella Frangiamone di Caltanissetta con l’opera “ People” premiata con un trofeo offerto da CTA Fauni Comunità Terapeutica Assistita.

 

La manifestazione della premiazione è stata arricchita dalla Compagnia “Fiori di Carta”, diretta da Clelia Cucco, in scena con lei l’attore Giuseppe Montaperto, con delle incursioni teatrali nell’ambito della tematica “Street Art”. La fusione artistica fotografia/teatro è riuscita ad entusiasmare il pubblico che ha manifestato il suo apprezzamento con un lungo e caloroso applauso.

La XX edizione del concorso si è conclusa con la presentazione e la distribuzione del “Catalogo 2019/Calendario 2020” pubblicato dalla Edizioni Ex Libris di Carlo Guidotti, curato da Vincenzo Cucco, in cui sono presentate tutte le fotografie premiate di quest’ultima edizione.

I commenti alle fotografie premiate sono di Anna Fici, professoressa di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi Università di Palermo, fotografo e video maker ufficiale Robert Goodman con Giuseppe Mazzola.

Le notizie relative alla manifestazione con le relative fotografie saranno visionabili nel sito: www.fotoconcorsolagrua.it / https://www.facebook.com/fotoconcorsolagrua/ curato dal designer e web graphic Daniele Galati.

(Foto di Giuseppe Mazzola/Attori: Clelia Cucco e Giuseppe Montaperto con i fotografi premiati.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.