Si presenta Revive, sotto il segno della progettazione sostenibile :ilSicilia.it

la presentazione a Palermo

Si presenta Revive, sotto il segno della progettazione sostenibile

6 Dicembre 2017

Promuovere e sostenere l’economia del territorio, valorizzando il patrimonio edilizio e quello culturale. Questo lo scopo di Revive, startup innovativa nel campo dei servizi avanzati di progettazione sostenibile nei settori AEC (Architecture, Engineering and Construction) e, in particolare, nel settore dell’ospitalità sostenibile.

Revive sta sviluppando Revive Project, un nuovo brand legato al settore del turismo sostenibile di lusso, in grado di offrire nuove soluzioni per l’economia del territorio finalizzate a un’ospitalità di qualità.

Revive è nata dall’idea di Daniela Guarneri, ricercatrice universitaria siciliana e docente di economia ed estimo civile all’Università di Trento, e condivisa da un team multidisciplinare di 15 professionisti.

Mercoledì 6 dicembre, cocktail party di presentazione a Palermo, alle 19, da SciùRum, in via Maqueda 288 (Afrea Quaroni, piazzetta PP3 4/5). L’ingresso è a inviti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.