Si sbloccano grazie al Piano rifiuti della Regione i 170 milioni di euro fermi a Bruxelles :ilSicilia.it

si punta anche a ridurre la Tari

Si sbloccano grazie al Piano rifiuti della Regione i 170 milioni di euro fermi a Bruxelles

di
12 Aprile 2018

La buona notizia è che, finalmente, i soldi stanziati dall’Unione Europea e fermi a Bruxelles arriveranno. Si sblocca l’erogazione dei 170 milioni di euro comunitari, grazie al nuovo “Piano rifiuti della Regione” redatto dall’assessore Alberto Pierobon e approvato la scorsa settimana dalla giunta presieduta da Nello Musumeci. Questo, infatti, era l’atto che mancava per sbloccare i fondi e adesso, dunque, si attende che l’Ue faccia la propria parte.

Il Piano dice di no ai termovalorizzatori e punta tutto sulla differenziata che dovrebbe andare a regime nel 2023, quando si prevede di raggiungere il 65% di raccolta.

Introdotta anche la revisione delle tariffe per il conferimento in discarica (attualmente, come riportano oggi alcune testate siciliane, i costi variano da 70 a 157 euro a tonnellata), con l’obiettivo di giungere a una riduzione della Tari.

La prima verifica sul fronte della differenziata è per il 2019, quando la raccolta dovrà raggiungere il 35%. Venti punti percentuali in più rispetto a oggi.

La crescita dovrà avvenire, secondo quanto previsto, anche con campagne di sensibilizzazione e l’uso di strumenti informatici.  Novità anche per artigiani e negozi che avranno l’obbligo di indirizzare gli imballaggi in un circuito di smaltimento.

Pianificato l’aumento di impianti di compostaggio (attualmente sono 8 quelli in funzione, su 18 esistenti) e una discarica pubblica per ogni provincia: 4 delle 10 per ora in funzione esauriranno la loro capienza entro l’anno.

Previsto infine, nel caso dovesse servire, il trasporto fuori dalla Sicilia di un massimo di 60 mila tonnellate al mese di rifiuti urbani non pericolosi.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin