Sibeg, Bucalo (Fdi) incontra i vertici della fabbrica: "Plastic e sugar tax uccidono le imprese" :ilSicilia.it

La nota della parlamentare

Sibeg, Bucalo (Fdi) incontra i vertici della fabbrica: “Plastic e sugar tax uccidono le imprese”

28 Gennaio 2020

Giorgia Meloni è stata la prima esponente politica a schierarsi dalla parte della Sibeg. Come Fratelli d’Italia siamo sempre stati accanto agli imprenditori che investono e garantiscono lavoro, per questo motivo ho voluto visitare gli stabilimenti catanesi dell’azienda che produce imbottiglia e sviluppa in Sicilia i prodotti Coca Cola”. Così il deputato Ella Bucalo che ha incontrato Cristina Busi Ferruzzi ed Luca Busi, rispettivamente Presidente e amministratore delegato di Sibeg. La parlamentare ha quindi garantito il suo impegno per scongiurare la delocalizzazione in Albania dello storico stabilimento siciliano.

Plastic tax e sugar tax rischiano di uccidere, di far scomparire le piccole e medie imprese, il governo deve assolutamente fare un passo indietro: cancellarle – prosegue BucaloDobbiamo capire che non si educa attraverso le tasse, ma occorre effettuare già dalle scuole dell’infanzia, una vera e propria formazione alimentare. Se poi parliamo di lotta alle plastiche, bisogna evidenziare come la Sibeg ha introdotto nelle sue confezioni il 50% di Pet riciclato. Penalizzare un’azienda che non solo garantisce occupazione a quasi 1.000 persone, ma che si spende anche nel sociale, con iniziative dedicate al territorio siciliano è quindi da irragionevoli. Il governo grillo-piddino sta distruggendo l’economia nazionale, qui invece, serve un’inversione di tendenza, ovvero: tagliare il cuneo fiscale. Intendo – conclude l’esponente messinese di FdI – spiegare ai colleghi parlamentari cosa sta accadendo alla Sibeg, per questo motivo ho già fissato un intervento nell’Aula di Montecitorio”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona