Sicilia, Caronia: "Impugnata legge assurda sulle sale gioco" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Sicilia, Caronia: “Impugnata legge assurda sulle sale gioco”

di
24 Settembre 2021

“Ero stata l’unica a votare contro questa legge assurda, che sembrava fatta per favorire il gioco d’azzardo piuttosto che combattere le ludopatie. Mi spiace vedere che né il governo né la maggioranza hanno mostrato la sensibilità necessaria su un tema tanto delicato, che colpisce migliaia di famiglie, di tutti i ceti sociali. Oggi purtroppo anche questo “scivolone” espone l’Assemblea regionale alla critica sulla sua capacità di legiferare e, soprattutto, di farlo per il bene dei siciliani”.

Così la deputata della Lega Marianna Caronia sul provvedimento del Consiglio dei Ministri che ha impugnato la legge regionale che riduce i limiti alla dislocazione delle sale gioco e alla installazione delle slot machine in luoghi sensibili.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin