Sicilia concorre a patto istruzione-formazione. Lagalla: "Sinergia tra Governo e Regione" :ilSicilia.it
Banner Bibo
Catania

la dichiarazione

Sicilia concorre a patto istruzione-formazione. Lagalla: “Sinergia tra Governo e Regione”

di
23 Giugno 2021

Con il ministro Bianchi siamo qui per affermare la volontà e l’impegno della Regione Siciliana a concorrere a un patto per l’istruzione, la formazione e il lavoro che già vede impegnato il Governo Musumeci da tempo nella creazione di grandi alleanze e di ponti tra la scuola e la formazione, tra la formazione e l’istruzione superiore tecnica”.
Lo ha detto l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione Roberto Lagalla, oggi a Catania, a margine della visita all’istituto nautico ‘Duca degli Abruzzi’ con il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

C’è l’impegno della Regione – ha aggiunto – a sostegno del sistema dell’istruzione e della formazione che sarà definito e migliorato ulteriormente attraverso un accordo specifico della Regione Siciliana con il Governo nazionale. Noi stiamo già lavorando insieme con il ministro Bianchi e con il suo staff all’accordo che vorremmo definire al più presto“.

“In un’ottica di collaborazione, con il Governo centrale, la Regione Siciliana con proprie risorse ha finanziato lo scorrimento della graduatoria elaborata dal ministero per il piano estate e per il recupero dell’apprendimento. In Sicilia, tutti i progetti che non hanno trovato copertura ministeriale, saranno coperti da un finanziamento regionale: un esempio pratico e concreto di collaborazione, sinergia e di sussidiarietà verticale tra Governo nazionale e regionale”, conclude Lagalla.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin