Sicilia, dieci comuni isolati perchè le strade sono franate. I sindacati: "A noi servono fatti!" :ilSicilia.it
Caltanissetta

Grande mobilitazione a Caltanissetta

Sicilia, dieci comuni isolati perchè le strade sono franate. I sindacati: “A noi servono fatti!”

di
16 Novembre 2018

Le segreterie confederali CGIL, CISL, UIL della provincia di Caltanissetta hanno partecipato e aderito al “Comitato viabilità” costituito a Mussomeli per promuovere, organizzare e rivendicare insieme a tutti i Sindaci del Vallone un investimento certo e tangibile per rendere sicure le strade di collegamento interno ed esterno dei 10 Comuni che da settimane sono sempre più isolati.

Ignazio Giudice – segretario Generale della CGIL – anche su delega di CISL e UIL è intervenuto sostenendo che coloro che si sono macchiati, cioè il ceto politico, del “reato strade insicure” “hanno condannato intere generazioni alle precarietà, ad una vita difficile, faticosa e rischiosa, vale per gli studenti, per i lavoratori e per le tante donne che per partorire devono anche spostarsi per andare presso gli ospedali di Caltanissetta, Agrigento o Palermo. È vergognoso e ignobile lo stato delle strade ed i politici dovrebbero solo vergognarsi, forse per questo sono stati assenti.

A noi – sindacato confederale unitario – servono fatti, ne annunci ne interrogazioni parlamentari. Dove sono i 32 milioni previsti nel patto per il Sud? Cosa blocca gli investimenti? Bisogna dare potere finanziario ai Sindaci per le opere pubbliche urgenti, così continuando più di 11 Comuni della provincia sono destinati ad uno spopolamento veloce con grande danno economico a più di 35 mila abitanti oltre all’economia riflessa che nasce dalla loro presenza nei vari Comuni. Hanno fregato il presente, per questo il comitato viabilità gradualmente promuoverà altre eclatanti iniziative pubbliche. Non fermarsi è l’appello condiviso!“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.