Sicilia, Distretto Pesca: nuova collaborazione con AssoIttica Italia :ilSicilia.it

Supporto alle aziende in materia di tracciabilità, etichettatura, requisiti igienico-sanitari

Sicilia, Distretto Pesca: nuova collaborazione con AssoIttica Italia

17 Gennaio 2020

Il Distretto della Pesca e Crescita Blu di Mazara del Vallo (TP) ha avviato un rapporto di collaborazione con Assoittica Italia, l’Associazione Nazionale delle Aziende Ittiche.

A Roma, il Presidente del Distretto della Pesca, Nino Carlino, accompagnato dal Vicepresidente, Gaspare Asaro, e da Angelita Marino, Responsabile Rappresentanze Istituzionali e Marketing del Distretto, ha incontrato il Segretario Nazionale di Assoittica, Giuseppe Palma.

carlino- Incontro con Giuseppe Palma Assoittica
da sinistra: Giuseppe Palma, Nino Carlino e Gaspare Asaro

L’obiettivo della riunione è stato quello di mettere le basi per un proficuo rapporto di collaborazione. Assoittica Italia rappresenta, a livello nazionale, 110 aziende.

L’attività dell’associazione riguarda l’analisi e la valutazione delle disposizioni comunitarie in materia di sicurezza alimentare, transazioni commerciali, trasformazione e l’informazione agli associati sugli scenari normativi in cantiere.

Assoittica fornisce anche supporto alle aziende in materia di tracciabilità, etichettatura, requisiti igienico-sanitari, procedure doganali, attività di comunicazione ed informazione.

Il Presidente del Distretto della Pesca, Nino Carlino, si dichiara estremamente soddisfatto per l’esito dell’incontro, svoltosi in un clima di cordialità e certamente foriero di interessanti spunti di reciproco interesse.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona